Home » Santa Cesarea Terme: cosa vedere e fare

Santa Cesarea Terme: cosa vedere e fare

santa cesarea terme

 

Santa Cesarea Terme è un piccolo centro turistico siutato su una grande scogliera digradante verso il mare limpido e cristallino.

Il comune di Santa Cesarea Terme comprende nel suo territorio le frazioni di Cerfignano e Vitigliano, dista 50 km circa da Lecce, 16 km circa da Otranto, 7 km da Castro, 35 km circa da Santa Maria di Leuca e 52 km circa da Gallipoli (a seconda del percorso)

Santa Cesarea Terme è un paese dal fascino antico, con ville ottocentesche costruite dalla nobiltà a picco sul mare quando ancora non esisteva nessun tipo di abitazione come si può ammirare in vecchie foto d’epoca.

Passeggiando per le vie del centro si ha l’impressione di essere catapultati indietro nel tempo, anche le abitazioni costruite in seguito per case da villegiatura, hanno uno stile retrò.

Negli ultimi decenni sono state costruite centinaia di villette a schiera, Hotel, Case vacanza, B&B, ristoranti e pizzerie per accogliere turisti e le migliaia di persone che ogni anno usufruiscono delle cure termali.

Santa Cesarea Terme è conosciuta in tutta Italia e in Europa, sopratutto per le sue benefiche acque termali sulfuree che sgorgano da 4 grotte naturali ad una temperatura di circa 30°.

Santa Cesarea Terme: storia, miti e leggende

santa cesarea terme- storia- miti - leggende

Anche se le proprietà benefiche delle acque termali erano conosciute sin dall’antichità, il paese di Santa Cesarea è nato in tempi molto recenti, questo perchè il territorio era isolato e impervio, solo nel XIX secolo, dopo che fu costruita una strada comoda, si sviluppò il centro abitato e si sfruttarono le risorse naturali delle terme.

Le terme di Santa Cesarea sgorgano da 4 grotte: la Gattulla, la Solfatara, la Solfurea e la Fetida, il mito pagano attribuisce la nascita delle acque solfuree al decomponimento dei corpi dei giganti Leuterini, uccisi da Eracle.

La leggenda cristiana invece ha una doppia versione; la prima narra che Cesarea o Cisaria, fosse una giovane donna con la vocazione della vita monastica, il padre orco, invece, pretendeva da lei dei rapporti incestuosi e dopo gli innumerevoli rifuiti della ragazza, la inseguì per ucciderla ma giunti a ridosso della scogliera, il padre cade in mare avvolto in una nube densa di fumo bianco e la ragazza si salvò trovando riparo in una grotta, e nel punto della disgrazia sgorgarono le sorgenti di acqua sulfurea dalla terra.

La seconda versione cristiana invece narra che Cesarea, giovanissima, aveva la vocazione per la vita monastica ma il padre voleva darla in sposa a tutti i costi, al suo rifiuto la inseguì per ucciderla e giunti sulla scogliera dove non poteva più proseguire, rivolse lo sguardo al cielo pronunciando una preghiera disperata “Aprite muntee nghiutti Cisaria” e cioè “Apriti montagna e inghiotti Cesarea”

E proprio in quel momento si aprì una grande voragine nella roccia della scogliera e inghiottì entrambi e dagli stivali indemoniati del padre, nacque lo zolfo, elemento che caratterizza le acque termali di Santa Cesarea.

Le dimore storiche di Santa Cesarea

santa cesarea terme- ville e dimore storiche

Santa Cesarea Terme è un posto unico, affascinante come una signora non più giovane ma che conserva una bellezza senza senza tempo, le dimore e le ville storiche sono una testimonianza di un passato radioso.

Le dimore storiche nascono dall’esigenza della classe nobile locale di sfoggiare la loro ricchezza attraverso la costruzione di grandi ville a ridosso del mare con decorazioni artistiche.

In quel periodo prendere il bagno al mare, era considerata una cosa da ricchi e quindi i nobili si trasferivano tutta l’estate in queste sontuose ville insieme a tutta la servitù.

Villa Sticchi

villa sticchi santa cesarea
Villa Sticchi, la cupola e il collonato rivolto verso il mare
villa sticchi
Il colonnato laterale di Villa Sticchi
villa sticchi-santa cesarea terme
Villa Sticchi, facciata principale

Villa Sticchi è il simbolo di Santa Cesarea Terme. Si vede quasi da ogni angolazione del paese perchè è stata costruita in una posizione dominante, sul punto più alto di un rilievo roccioso, elegante e colorata, in stile orientale che ricorda un harem, ad oggi la villa rimane sempre privata, la villa è stata edificata tra il 1894 e il 1900.

Villa Raffaella

villa raffaella- santa cesarea terme
Villa Raffaella

Si trova a poca distanza da villa Sticchi ed è costruita in uno stile completamente diverso, eclettico, costruita nella seconda metà dell’800 come residenza estiva della baronessa Raffaella della famiglia Lubelli

La villa fu progettata dallo stesso architetto che fece costruire l’edificio delle terme, attualmente la villa è stata trasformata in un lussuoso B&B.

Palazzo Tamborino

Palazzo tamborino

E’ un palazzo costruito nei primi anni del 900 dal senatore Vincenzo Tamborino da cui prende il nome, è chiamato anche palazzo Miramare perchè posizionato praticamente sulla scogliera.

La facciata esterna che da sulla strada è molto lineare ed austera, all’interno c’è un grande ingresso ottagonale che conduce alle scale del piano superiore, ci sono anche nmerosi decorazioni alle pareti molto originali.

Nella parte del palazzo che si affaccia sul mare invece ci sono grandi terrazzi decorati con fiori, il palazzo ad oggi, è suddiviso in appartamenti privati, alcuni dei quali adibiti a case vacanze.

Chiesa Parrocchiale del Sacro Cuore

chiesa del sacro cuore a santa cesarea terme

La Chiesa fu eretta agli inizi del XX secolo, la parte frontale si presenta con una facciata sobria e lineare con un rosone molto semplice, allegato alla Chiesa c’è un convento dei frati minori che vi erano stabiliti a guida spirituale del paese.

Luogo di accoglienza per i rifugiati

rifugio ebrei a santa cesarea terme

In questo edificio, che fino a qualche anno fa era adibito a pizzeria, ristorante e abitazione privata, è stato utilizato in passato come rifugio per i profughi ebrei scampati alla Shoah così come a Tricase, Santa Caterina di Nardò, Santa Maria di Leuca vi erano altri centri d’accoglienza e quello di Santa Maria al Bagno probabilmente, era il più grande.

Cosa vedere e fare a Santa Cesarea

Santa Cesarea Terme è un luogo di villegiatura adatto a chi vuole trascorrere delle vacanze rilassanti e rigenerative, qui tutto è all’insegna del relax, nonostante il paese è costruito in verticale, con strade su diversi livelli, si può tranquillamente lasciare la macchina e scendere fino al centro del paese o in riva al mare, attraverso delle scale.

Il centro vitale del paese è lungo la strada principale che collega ad Otranto, al di sotto della strada ci sono le terme, palazzo Tamborino, villa Sticchi, alcuni stabilimenti balneari, ristoranti, pizzerie e paninoteche.

Al di sopra della strada ci sono le abitazioni più vecchie, villa Raffaella, la Chiesa, bar, pizzerie, ristoranti, il palazzo delle terme, l’edificio del Comune, Hotel e poi ci sono i portici con negozi di souvenir, abbigliamento e gelaterie.

Nelle strade più in alto invece, ci sono le costruzioni più nuove, complessi turistici e residence, case vacanza, bar, alberghi ed Hotel.

C’è un piccolo negozio di alimentari e una pescheria, a pochi metri dalla Chiesa, l’ufficio postale e una banca ma nel vicino centro di Vitigliano c’è un grande supermercato.

Molte delle case che si trovano in questa zona, sono state acquistate da persone di paesi vicini e tantissimi dal capoluogo salentino che hanno trovato in questo paese il luogo ideale per trascorrere l’intera estate con la famiglia a pochi passi dal mare.

Il giorno si va al mare e la sera si passeggia lungo le vie del centro con la musica in sottofondo proveniente dai locali, si può mangiare oppure prendere un buon gelato o una crepe in tutta tranquillità.

La costa di Santa Cesarea

spiaggia di santa cesarea terme
Piscina tra i faraglioni della ex cava di tufo- zona Archi

A Santa Cesarea Terme la costa è alta e frastagliata con numerosi faraglioni e grotte preistoriche, in alcuni punti non si può scendere a mare, ma ci sono discese publiche e stabilimenti balneari molto belli, alcuni insoliti e particolari, poi c’è la zona del porticciolo e la famosissima spiaggetta di Porto Miggiano, si possono affittare pedalò, fare giri in barca e visite guidate alle grotte vicine.

spiaggetta di porto miggiano
Spiaggetta di Porto Miggiano nella Baia

Il Belvedere

chiesa del sacro cuore e belvedere
In primo piano la Chiesa del Sacro Cuore e sullo sfondo, in alto sulla collina, la torretta del belvedere
santa cesarea terme panorama dal belvedere
Panorama di Santa Cesarea Terme visto dal Belvedere

Sulla collina, nella parte alta di Santa Cesarea Terme, c’è un luogo immerso nel verde, dove è possibile ammirare il panorama e la costa del Sud Salento con i promontori di Castro, Andrano marina, Tricase marina, fino a Santa Maria di Leuca, il posto si chiama Belvedere e al suo interno c’è un parco giochi per i piccoli, un bar e tante panchine per fare il pic nic o rilassarsi nella pineta.

Feste e sagre a Santa Cesarea Terme

Il lunedì di pasquetta c’è la tradizionale sagra della Cuddura.

La protettrice del paese è Santa Cesarea, i festeggiamenti in suo onore si svolgono l’11 settembre con la tradizionale processione in mare e il 12 con la festa Patronale e le luminarie.

A fine luglio c’è la tradizionale sagra del pesce e la notte saracena, organizzata dalla Pro Loco Santa Cesarea Terme.

Il 19 luglio c’è la notte blu, una bellissima manifestazione con tanti artisti di strada, bancarelle, musiche e danze con la strada principale del paese che si tinge di blu.

Vitigliano

Vitigliano è una frazione di Santa Cesarea da cui dista 4 km circa, le origini di questo paesino sono molto antiche, sono presenti un menir dell’età del bronzo e una costruzione messapica chiamata il Cisternale 

Il paese conta poco più di 1000 abitanti e la sua posizione stragetica lo rende un posto ideale per trascorrere una vacanza nel salento.

Cerfignano

Cerfignano è una frazione del comune di Santa Cesarea Terme, conta circa 1600 abitanti e si trova a circa 4 km dalla costa, anche Cerfignano ha origini antichissime quasi certamente antecedenti all’epoca romana.

Come arrivare a Santa Cesarea Terme

Con l’auto si può arrivare facilmente a Santa Cesarea  dalle autosrade A14 (Bologna-Bari) oppure A16 (Napoli-Bari). Si prosegue sulla superstrada Bari-Brindisi-Lecce, si continua sulla tangenziale Ovest oppure Est e poi si esce sullo svincolo per Maglie e si prosegue sulla statale 16 in direzione Maglie, successivamente si esce sullo svincolo per Poggiardo e si prosegue in direzione Santa Cesarea Terme.

In treno si raggiunge Lecce e poi si prende il treno per Poggiardo, qui si conclude il percorso in treno dal punto più vicino a Santa Cesarea Terme, dista 8 km circa, da Poggiardo si può arrivare a destinazione tramite il servizio estivo Salentoinbus

In aereo si deve fare scalo nell’Aeroporto di Brindisi Casale che dista 30 km circa da Lecce, si può proseguire con la navetta-bus fino a Lecce e poi continuare con un bus STP oppure con il servizio Salentoinbus.

L’alternative sono prendere un taxi allìuscita dall’Aeroporto di Brindisi, oppure affittare una macchina in Aeroporto per essere autonomi.

Cosa vedere vicino a Santa Cesarea

La posizione strategica del paese, permette di soggiornare in un luogo tranquillo e di spostarsi facilmente per raggiungere altre mete turistiche del Salento, ecco cosa vedere nelle vicinanze entro il raggio di 35 km dalla costa sud e altrettanti dalla costa nord.

Sulla litoranea verso Santa Maria di Leuca

  • Castro– a soli 7 km (5 minuti di macchina) si può arrivare a Castro e visitare il suggestivo paese marittimo, qui si possono visitare in barca tutte le grotte Romanelli e Palombara, a piedi, la famosissima grotta Zinzulusa, inoltre si può visitare il centro storico, il castello e gli scavi archeologici.
  • Località balneare Acquaviva– è una stupenda baia incastonata tra 2 grandi scogliere che si trova nella Marina di Marittima di Diso, un posto meraviglioso immerso nel verde a 9 km da Santa Cesarea.
  • La Grotta Verde, Marina di Andrano– proseguendo sulla litoranea verso Leuca, a circa 11 km da Santa Cesarea, si arriva nella Marina di Andrano, qui si può fare il bagno nella nota località marina Grotta Verde e visitare la stupenda grotta che prende il nome proprio dai riflessi verdi meravigliosi dell’acqua cristallina.
  • Tricase Porto e Marina Serra– A circa 20 km, sempre proseguendo verso Leuca si trova la Marina di Tricase e Marina Serra, località balneari molto belle e suggestive, con piscine naturali nella scogliera.
  • Il Ciolo– si trova nella marina di Gagliano del Capo, a circa 30 km da Santa Cesarea Terme, E’ uno dei posti più suggestivi della costa rocciosa del Salento, la Baia del Ciolo si trova immersa tra alti costoni rocciosi a picco sul mare, un ponte, realizzato proprio tra 2 costoni rocciosi, permette il passaggio in auto e anche di godere del panorama mozzafiato, da non perdere.
  • Santa Maria di Leuca– A circa 35 km da Santa Cesarea si trova La Marina di Leuca, l’estremo lembo del tacco d’Italia, tra Punta Meliso e Punta Ristola, nota località marittima, è famosa anche per il Faro e per la scalinata illuminata che dalla zona della cattedrale, scende fino alla zona del porto.

Sulla litoranea verso Otranto

  • Porto Badisco– a circa 10 minuti di auto, proseguendo verso Otranto, sulla litoranea, si trova il famoso porto Badisco con la Grotta dei Cervi, le grotte non sono visitabili ma si può trascorrere una giornata nella splendida baia e fermarsi a mangiare in uno dei piccoli locali e ristoranti tipici con tanto buon pesce fresco e ricci di mare.
  • Punta Palascia e il Faro– proseguendo sulla litoranea in direzione Otranto, si trova il capo d’Otranto, qui in un’oasi di pace sulla scogliera a picco sul mare, si possono fare percorsi naturalistici, guidati e non, visitare il faro, con un’esperienza unica della vista panoramica dall’alto.
  • Il lago rosso– Pochi km prima di entrare ad Otranto, si può visitare il caratteristico lago rosso, una ex cava di bauxite trasformata in laghetto dall’acqua piovana e dalle infiltrazioni del sottosuolo.
  • Otranto– a 16 km circa, percorrendo la litoranea si trova la stupenda città dei Martiri dove potete visitare oltre al centro storico del paese, la cattedrale e il porto.
  • I Laghi Alimini– Appena fuori Otranto, i laghi sono una riserva naturale e protetta.
  • La Baia dei Turchi– proseguendo poi per la litoranea a nord di Otranto a circa 7 km in direzione dei Laghi Alimini, una tra le più belle spiagge del Salento.
  • I Faraglioni di Sant’Andrea– a pochi km da Otranto, tra Torre dell’Orso e la Baia Dei Turchi, si trova Torre Sant’Andrea, un antico villaggio di pescatori, dove si possono ammirare gli spettacolari Faraglioni con l’arco.
  • Marina di Melendugno– Poco lontano da Otranto, proseguendo verso nord, e a circa 35 km da Santa Cesarea Terme, vi è una delle più famose località balneari, Torre dell’Orso, fa parte della Marina di Melendugno senza dimenticare di fare tappa alle Due Sorelle, 2 giganteschi faraglioni situati di fronte alla baia nel mare limpido e cristallino. Da non perdere assolutamente, sempre nella Marina di Melendugno, Roca Vecchia e la Grotta della Poesia.

Galleria immagini di Santa Cesarea Terme

stabilimento balneare -santa cesarea terme
Uno stabilimento balneare a Santa Cesarea Terme
scogliera di santa cesarea terme
Tratto di scogliera in località Porto Miggiano
Vecchie abitazioni e una scalinata lungo la via principale del paese
Abitazioni d’epoca e una delle tante scalinate che conducono nella via primcipale di Santa Cesarea Terme
Villa a Santa Cesarea Terme
Bellissime ville a Santa Cesarea
terrazza sul mare dal palazzo Tamborino
Una splendida terrazza che si affaccia sul mare dal palazzo Tamborino
strada principale di santa cesarea
Strada principale di Santa Cesarea Terme, ingresso proveniente da Otranto
porticciolo zona Archi
Antico porticciolo in zona Archi nella ex cava di tufo
porto miggiano
Il porticciolo di Porto Miggiano, qui si possono affittare pedalò e piccole imbarcazioni
faraglione zona archi
Faraglione della ex cava di tufo in zona Archi
gli archi a santa cesarea
Gli Archi, sullo sfondo la piscina inserita nella cavità della ex cava
Facciata di una vecchia dimora
Facciata di una vecchia dimora a Santa Cesarea
Antiche strutture ricettive a santa cesarea
Antiche strutture ricettive a Santa Cesarea sulla via principale che conduce a Otranto
tramonto panoramico
Bellissimo e suggestivo tramonto di Santa Cesarea Terme

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »