ricette

purpette di patate salentine ricetta (crocchette)

purpette di patate salentine ricetta

purpette di patate salentine ricetta con la menta, una variante leccese delle crocchette classiche, scopri la ricetta

le purpette di patate salntine le mangi con gusto e con il cuore, mentre ne assopori il gusto sublime, i ricordi dell’infanzia riaffiorano e un senso di felicità invade il corpo

solo i salentini possono capire fino in fondo queste parole, le purpette di patate salentine le prepara la nonna ai nipotini, la mamma in casa e non te le dimentichi più ma tutti possono apprezzarne la bontà!

anche solo strofinando la menta tra le dita, ti viene spontaneo chiudere gli occhi e pensare alle purpette e sopratutto a chi le preparava nell’atmosfera famigliare di un’infanzia felice

purpette di patate salentine: ricetta della tradizione

purpette di patate alla leccese

le purpette di patate leccesi sono molto gustose sopratutto per il sapore intenso e stuzzicante della menta fresca che si utilizza in grande quantità, gli ingredienti sono indicativi, come tutte le ricette della tradizione salentina si fanno ad “occhio”

molto dipende sopratutto dalla qualità delle patate, di solito si usano quelle coltivate in campagna, a pasta gialla che hanno bisogno di pochissima o niente proprio farina per l’impasto

purpette di patate salentine: ingredienti per 4 persone

  • 1 kg di patate a pasta gialla
  • 100 farina 00 ( o poco più a seconda dell’umidità delle patate) + altra farina per infarinare le purpette
  • 1 uovo
  • sale fino q.b. (circa 1 cucchiaino colmo)
  • 100 gr di formaggio grattugiato a scelta tra toscanello, grana e parmigiano
  • un bel mazzetto di menta piperita fresca
  • abbondante olio d’oliva per friggere

purpette di patate alla leccese

purpette di patate salentine: ricetta e procedimento

  • lessate le patate per 30 minuti circa con la buccia dopo averle lavate, per sentire se sono cotte al punto giusto, infilate i rembi di una forchetta in una patata e se entrano con facilità potete spegnere e scolare
  • è meglio fare questa prima operazione qualche ora prima della prepararzione in questo modo si raffredderanno pian piano e la consistenza della polpa sarà più soda, anche il giorno prima va bene
  • incidere con la lama di un coltello per il senso della lunghezza la buccia della patate per semplificare e velocizare la spellatura
  • passate le patate spellate nel passaverdure a fori larghi e raccogliete tutta la polpa in un contenitore
  • aggiungete la farina, l’uovo, la menta tagliata a striscioline, il formaggio e il sale fino e mescolate l’impasto fino ad amalgamare, la giusta consistenza sarà quando si staccherà dalle mani altrimenti aggiungete ancora un pò di farina
  • prima di procedere a formare le purpette e le palline di patate lavatevi le mani altrimenti non sarete mai in grado di capire se l’impasto è al punto giusto
  • poi con le mani infarinate prelevate un pezzo di impasto grande circa quanto un cucchiaio e passatelo tra i palmi delle mani
  • mentre per le palline si deve procedere come per le polpette di carne, con i palmi delle mani in senso circolare
  • formate con l’impasto dei bastoncini di 2 cm circa di diametro e 4/5 cm di lunghezza, i lati delle purpette devono essere a punta e non tronchi come le crocchette, le palline di circa 3 cm di diametro
leggi anche  frittelle di zucchine e fiori di zucca fritte e al forno

come fare le purpette di patate

come friggere le purpette di patate salentine

purpette di patate salentine fritte

in una padella capiente versare almeno 3/4 cm di olio d’oliva e fate scaldare molto bene, ora si inseriscono le purpette una per volta fino a riempire la padella ma senza sovrapporle

purpette di patate salentine

quando le purpette saranno ben dorate si scolano su carta assorbente e poi si servono, calde sono buonissime, fredde uguale! si possono servire come antipasto o contorno

purpette di patate salentine ricetta originale

altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *