Home » Porto Badisco e la grotta dei cervi a Otranto

Porto Badisco e la grotta dei cervi a Otranto

porto badisco spiaggia

Porto Badisco è un’insenatura rocciosa con un mare limpido e cristallino, con una piccola spiaggia di sabbia, qui la natura incontaminata si intreccia con la storia e il mito, un posto magico e affascinante da vedere assoltamente se si è in vacanza nel Salento.

Porto Badisco è una piccola località marina, frazione del Comune di Otranto, è una caletta naturale, che si trova tra ‘Punta Scuru’ a nord e Punta Palascia a sud. E’ una metà turistica e balneare di grande interesse grazie al paesaggio e alla sua storia, Si affaccia sul mar Adriatico e dista 8 km da Otranto, 12 km da Santa Cesarea Terme e 15 km da Castro.

Porto Badisco è un piccolissimo borgo di mare con un porticciolo dove attraccano piccole imbarcazioni di pescatori locali, le case sono veramente poche ma ci sono dei locali dove si mangia veramente bene, sopratutto il pesce e i ricci.

Porto badisco tra mito e storia

porto badisco e lo sbarco di Enea

Virgilio nell’Eneide descrive Porto Badisco come il luogo dove Enea sembra essere sbarcato dopo la distruzione Troia.

La leggenda vuole che l’eroe troiano, fuggito dalla città di Troia in fiamme, per scampare al pericolo di essere ucciso, fuggì via mare e sbarcò qui per poi risalire dalla Calabria verso il Lazio.

Ma ci sono tante altre insenature lungo la costa del Salento dove leggende uguali si tramandano da generazioni, da recenti scoperte archeologiche ancora in corso però pare che lo sbarco di Enea sia avvenuto veramente nel Salento ma un pò più a sud, precisamente a Castro.

La Grotta dei Cervi

porto badisco e la grotta dei cervi

Qui invece parliamo di storia vera, anzi preistoria per l’esattezza, la Grotta dei Cervi con tutti i sui cunicoli, si trova proprio sotto le alture di Porto Badisco, questa piccola apertura nella roccia, chiusa con sbarre di ferro, è una cavità che porta nelle grotte, si trova a pochi metri dalla spiaggia, e racconta la storia meravigliosa di una scoperta fatta per caso negli anni 70, di insediamenti preistorici con tracce del passato, più rilevanti d’Italia e tra i più importanti d’Europa.

La grotta dei cervi è un complesso ipogeo con formazioni stalattitiche e stalagmitiche, qui  si stabilirono i primi abitanti della zona, purtroppo è chiusa al pubblico. Può essere visitata solo da archeologici e adetti ai lavori, da lontano si possono scorgere 3 costruzioni da dove si accede alle caverne.

Le grotte sono ricchissime di graffiti che ci dicono molto sul passato, dell’evoluzione dell’uomo e  del paesaggio qui intorno in epoche passate.

Numerosi poi sono i grafiti di cervi con scene di caccia, questi animali, che ora sono completamente scomparsi nel Salento, un tempo erano presenti in abbondanza, essendo questa terra un loro habitat naturale, ed ecco spiegato anche il significato del nome delle grotte, famosissimo è anche il graffito dello sciamano che è diventato uno dei simboli del Salento.

Le figure dipinte sulle pareti della Grotta dei Cervi sono tutte realizzate in guano di pipistrello e ocra rossa, databili intorno ai 4.000 e i 3.000 anni a.C., e rappresentano uomini che cacciano con l’arco, donne, bambini, cervi, oggetti come vasi e simbolia spirale.

Le grotte si snodano lungo cunicoli sotterranei collegati tra loro da 3 corridoi principali, lunghi circa 300 metri e che raggiungono una profondità di 26 metri sotto il livello del mare.

In base agli studi dei reperti archeologici ritrovati, la Grotta dei Cervi fu frequentata dagli uomini primitivi tra il Neolitico Medio (4.000/3.000 A.C.) e l’Eneolitico (2.000 A.C.)

Porto Badisco: Come raggiungere

porto badisco (18)

Da Lecce prendi la SS 16 direzione Maglie, prosegui per Otranto. Pochi chilometri prima di arrivare a Otranto, si svolta a destra per Giurdignano, poi si passa da Uggiano la Chiesa e si prosegue per Porto Badisco, questo percorso serve per non passare da Otranto, per evitare nei mesi estivi di rimare bloccati nel traffico ma da fare con il navigatore o con google maps.

come raggiungere porto badisco

Oppure se arrivi dalla parte opposta, dalla costa di Gallipoli o Santa Maria di Leuca sarebbe meglio prendere la litoranea che conduce prima Tricase Porto, Andrano Marina, Marittima, Castro e da li proseguire sulla litoranea Santa Cesarea Terme- Otranto.

Ma se ti trovi già a Otranto, allora basta che fai la litoranea per Santa Cesarea Terme, si trova lungo il tragitto a 8 km circa, te ne accorgerai subito quando arrivi sul posto perchè la strada si restringe di molto e poi lasuperba insenatura si vede già dall’alto, appena entrato nel piccolo borgo l’unica strada che c’è è in divieto, quindi devi girare a destra, poi a sinistra per 2 volte e si arriva proprio di fronte al grande parcheggio custodito a tariffa unica giornaliera.

porto badisco (12)

Lasciata l’auto si prosegue a piedi passando davanti ai piccoli locali a conduzione famigliare dove arrivano da tutta la provincia per gustare i ricci di mare, proseguendo ancora dritto per poco, si scende a destra, c’è da fare una bella discesa ma ti assicuro che non ti accorgerai della strada perchè sarà il panorama mozzafiato a catturare la tua attenzione.

porto badisco (14)

Arrivati sulla spiaggia trovi un piccolo lido attrezzato, un bar con ristorazione, una bancarella di attrezzatura per il mare e un chioschetto per affittare pedalò o escursioni in barca, il tutto gestito da ragazzi molto cordiali e disponibili.

Dove fare il bagno a Porto Badisco

porto badisco spiaggia

Se sei amante della comodità della spiaggia con la sabbia, è meglio che arrivi presto la mattina, opppure prenoti un posto, ma se hai l’attrezzatura troverai comunque un piccolo angolo per sistemarti, li l’acqua è bassa ed è un puro divertimento per i bambini.

baia di porto badisco

Ma se ami nuotare e tuffarti nel mare cristallino da favola, allora puoi incamminarti sui lati della spiaggia e trovare un posto sugli scogli, è talmente grande la costa che potrai godere anche di un posticino più riservato.

porto badisco (8)

Il mare di Porto Badisco è generalmente sempre piatto, anche quando tira vento forte di tramontana ma se gira vento di scirocco a volte può succedere che sia mosso.

porto badisco (17)

Questo è lo spettacolo del mare nella maggior parte dei giorni d’estate, questo perchè la zona è protetta nell’insenatura naturale.

Spiaggia libera e lido attrezzato a Porto Badisco

La spiaggia di sabbia non è molto grande, tuttavia c’è un grande spazio intorno dove poter stare tranquillamente e poi raggiungere il mare comodamente.

C’è anche una spiaggia attrezzata ma non è un grande stabilimento balneare anche se si trovano tutti i servizi essenziali, ombrelloni con lettini, bar, bagni publici, pedalò, canoe, noleggio barche e possibilità di fare escursioni.

Dove dormire nelle vicinanze

Nelle vicinanze di Porto Badisco ci sono numerosi villaggi turistici, casa vacanze, B&B, alberghi e campeggi, la zona si trova in un posto isolato ma nei dintorni ci sono tanti piccoli paesi e borghi a pochi chilometri dove soggionare in pieno relax come Uggiano la Chiesa, Giurdignano, Minervino di Lecce, Specchia Gallone.

porto badisco ottobre

E infine ecco una foto del 19 ottobre scorso, le ombre in mare scure sono degli alberi perchè la foto l’ho scattata di pommerigio.

2 commenti su “Porto Badisco e la grotta dei cervi a Otranto”

  1. Buongiorno mi chiamo Roberto volevo sapere se e’ possibile prenotare 1 ombrellone con 2 lettini x il periodo 11 agosto 23 agosto costo e fattibilita’ .
    Grazie saluti
    Buona giornata
    Roberto

    1. Ciao Roberto,
      ho controllato su internet e in effetti non c’è un numero di telefono per poter prenotare ombrellone e lettino in anticipo, dovresti andare di persona e prenotare per tutti i giorni della vacanza, non conosco i prezzi ma l’hanno scorso ho preso il pedalò ad agosto e sono rimasta piacevolmente sorpresa.
      Saluti e buona serata.
      Mina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »