ricette

peperoncini piccanti sott’olio ricetta salentina

peperoncini piccanti sott'olio

peperoncini piccanti sott’olio, come preparare e conservare, ricetta della tradizione salentina e di casa mia tramandata da madre in figlia

da piccola osservavo mia madre mentre preparava le conserve di ogni tipo, mi piaceva sentire anche tutti i profumi che adoperava nella preparazione come nella ricetta dei peperoncini piccanti sott’olio, la menta e l’aglio fresco di stagione inondavano la stanza e potevo sentire anche l’odore acre del piccante quando i peperoncini venivano affettati

erano gesti naturali e per me quasi scontati perchè si ripetevano di anno in anno, vedevo i miei genitori coltivare le piante dei peperoncini e raccoglierli a fine estate quando diventavano rossi, la varietà a frutti piccoli, quelli più piccanti erano i miei preferiti, in dialetto salentino sono chiamati “vardanceli” peperoncini piccanti che guardano verso il cielo

quando sono diventata più grande ho capito l’importanza di non perdere le tradizioni di famiglia specialmente nelle conserve che ci permettono di conservare per l’inverno quello che la natura ci offre in abbondanza nella bella stagione e sopratutto perchè fatte in casa (nel modo giusto) ci permettono di avere prodotti genuini senza conservanti

vedi anche la ricetta dei carciofi sott’olio

ho iniziato così a scrivere su un diario tutte le ricette della tradizione della mia famiglia e anche al di fuori sempre della mia terra per non perdere tutti i preziosi consigli delle nostre nonne, una tra queste è la ricetta dei peperoncini piccanti sott’olio che io adoro

come fare i peperoncini piccanti sott’olio ricetta della tradizione salentina

per prima cosa vediamo quali sono gli ingredienti e l’attrezzatura necessaria per la realizzazione della conserva

  • peperoncini piccanti rossi o verdi preferibilmente la varietà piccola, la quantità è a tua discrezione, considera che con 500 gr di peperoncini puoi ottenere 2 vasetti medi di circa 300 gr l’uno
  • olio extra vergine d’oliva
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1 rametto di menta fresca
  • aceto bianco
  • acqua nataurale
  • sale fino
  • 1 paio di forbici per alimenti
  • un contenitore in vetro/ceramica o acciaio (no plastica)
  • uno scolaverdure oppure scolapasta in acciaio
  • vasetti di vetro sterilizzati con tappi nuovi in metallo (no plastica)
  • un paio di guanti usa e getta

peperoncini piccanti sott’olio procedimento

peperoncini piccanti sott'olio ricetta

  1. lavate i peperoncini senza togliere il picciolo che vi servirà per tenerli in mano più comodamente
  2. tamponate i peperoncini in un canovaccio di cotone pulito per elimiare l’acqua il più possibile
  3. prendete il recipiente che avete scelto e tagliate i peperoncini direttamente nel suo interno, fate delle rondelle di circa 1 cm o poco meno
  4. distribuite il sale fino, una manciata media va più che bene per circa 500 gr di peperoncini, lasciate per circa 4/5 ore, ogni tanto rigirate i peperoncini senza usare cucchiai o mestoli ma con il recipiente stesso
  5. quando i peperoncini avranno eliminato l’acqua in eccesso scolateli senza preoccuparvi di eventuali granelli di sale rimasti appiccicati
  6. rimettete i peperoncini nel recipiente dopo aver scolato tutta l’acqua di spurgo e irrorateli con l’aceto bianco, se i peperoncini sono pochi potete riempirli di aceto mentre se sono molti versate dell’aceto fino a metà e poi di tanto in tanto rigirateli nell’aceto in modo che tutti ne siano impregnati, lasciateli nell’aceto per qualche ora, circa 3/4
  7. scolate i peperoncini ancora una volta e versateli in un recipiente pulito, lavate e tagliate a striscioline le foglie di mente e dopo aver sbucciato l’aglio, tagliatelo a rondelle, irrorate con l’olio di oliva e mescolate con un cucchiaio di legno o di acciaio
  8. ora prendete i vasetti già lavati e sterilizzati e versate con l’aiuto di un cucchiaio o di un piccolo mestolo i peperoncini, quando saranno riempiti fino a metà versate l’olio d’oliva e copriteli completamente poi continuate a riempire i vasetti con altri peperoncini fino a quando sarete giunti a 2 cm dal bordo
  9. pressate i peperoncini con un cucchiaio e versate altro olio
  10. fate attenzione che l’olio deve coprire almeno 1 cm i peperoncini, chiudete senza avvitare i vasetti e lasciate a riposare per almeno 12 ore
  11. il giorno dopo controllate il livello dell’olio, se è sceso aggiungetene ancora e poi avvitate bene i tappi
  12. lasciate per circa un mese in dispensa prima di consumare

come utilizzare i peperoncini piccanti sott’olio

io li utilizzo per rendere piccante primi piatti, panini e bruschette, c’è chi preferisce utilizzare solo l’olio piccante e chi come me adora assaporare i peperoncini

si possono fare anche buonissimi sughi piccanti come il sugo alla pizzaiola e il sugo alla diavola

come conservare perfettamente i peperoncini sott’olio

dovete sempre tenere i peperoncini immersi nell’olio, se vedete che il livello scende potete aggiungerne dell’altro

non utilizzate cucchiani o forchette sporche di altri alimenti per prendere i peperoncini all’interno del vasetto

se usate molto sporadicamente i peperoncini sott’olio vi consiglio di tenere il vasetto in frigo e non vi spaventate se poi vedrete l’olio diventare solido e opaco, è solo l’effetto della bassa temperatura, basta solo tirare fuori il vasetto 15 minuti prima è tutto torna normale

questa è la mia ricetta per fare i peperoncini piccanti sott’olio, e tu ne hai una differente? mi piacerebbe conoscerla e sperimentarla, scrivila qui nei commenti se ti va!

altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *