corfù

Paxos e Antipaxos isole greche vicine a Corfù

paxos e antipaxos isole greche

Paxos e Antipaxos sono 2 piccole isole Ioniche vicine a Corfù con spiagge incontaminate, mare cristallino e trasparente, un vero paradiso naturale.

A 13 chilometri a sud della costa meridionale di Corfù, si trovano Paxos  e Antipaxos, due piccole isole di cui una  disabitata o quasi, con spiagge incontaminate da sogno raggiungibili solo via mare, l’altra invece un poco più grande, racchiude al suo interno, piccoli villaggi, spiagge stupende, natura verde e rigogliosa.

La leggenda dell’isola di Paxos

paxos isola di corfù

La Grecia si sa, è terra di miti e leggende e anche Paxos ha la sua storia leggendaria, pare che l’isola sia stata creata da Poseidone che avrebbe scagliato il suo tridente sull’Isola di Corfù staccandone un pezzo e facendolo sbalzare alcuni km più in la.

Tutto questo non per rabbia ma per un gesto romantico; voleva creare un pezzo di terra esclusivo dove portare la sua amata Anfitrite, una stupenda ninfea, certo è che doveva essere un amore passionale e intenso per creare un angolo di paradiso in terra, comunque, anche se leggenda, è molto affascinante, come tutti i miti e le storie greche.

Cosa vedere a Paxos e Antipaxos: villaggi pittoreschi e mare cristallino

A Paxos non c’è vita notturna ne discoteche ma la bellezza pura della natura, i pittoreschi villaggi sono incastonati tra l’azzurro del mare e il verde degli ulivi.

Le cose da fare sono rilassarsi e rigenerarsi nelle meravigliose spiagge con il mare pulito e cristallino e passeggiare tra le viuzze del paese, gustando le specialità del luogo.

gaios isola di paxos

Gaios è il centro più importante dell’isola con 500 abitanti circa, Il centro abitato si estende principalmente lungo la strada del porto dove ci sono numerosi bar, ristoranti, taverne, gelaterie e botteghe di souvenir.

piazzetta di gaios

Sempre lungo la strada del porto che ad un certo punto sembra quasi che case e yacht si fondano, c’è anche la piazzetta principale del paese con la chiesetta e il campanile

stradine di gaios

L’interno del villaggio di Gaios è un susseguirsi di stradine colorate dal sapore antico lungo le quali si possono ammirare botteghe artigianali di souvenir, saponi, candele e abbigliamento, oltre alle gelaterie e yogurterie, taverne tipiche e pittoreschi ristorantini immersi nei fiori.

gaios porto

Lakka sorge tra 2 colline, in una insenatura chiusa a a semicerchio allungato perciò riparata dal vento grazie ai promontori completamente ricoperti da alberi di ulivo giganti che rendono il paesaggio molto pittoresco.

Il villaggio di Lakka dista da Gaios pochi km circa 7 e si raggiunge in barca oppure in navetta con un servizio di bus o con mezzi affittati a 2 ruote come gli scooter.

A Lakka si trovano molti palazzi in stile veneziano e c’è più vita notturna rispetto a Gaios, i locali sono aperti quasi tutta la notte.

Poi c’è Loggos, il più piccolo dei tre villagi, qui c’è un porto, buone taverne e molta tranquillità, non ci sono locali notturni ma in compenso le spiagge sono favolose, con acqua cristallina e fondali bassi e come tutta l’isola tanti sentieri per passeggiare nel verde.

Le spiagge di Paxos

Le spiagge di Paxos sono l’ideale per chi ama il mare trasparente e turchese, sono quasi tutte di ciottoli bianchi e non sabbiose, quindi ricordatevi di munirvi di scarpette di gomma adatte per scendere agevolmente in acqua.

Lungo la costa orientale si avvicendano numerose baie facilmente ragiungibili anche per i bambini, mentre lungo la costa occidentale ci sono scogliere altissime e spettacolari più impervie da raggiungere per cui è preferibile andarci per via mare con barche private o taxi boat.

Ecco alcune fra le più belle spiagge di Paxos e le loro caratteristiche

  • Monodendri – è una spiaggia attrezzata a circa 1 km a nord di Loggos, è una delle più grandi, si trovano anche attrezzature per sport acquatici e 2 taverne, perfetta per chi desidera la comodità di poter parcheggiare a ridosso della spiaggia.
  • Levrechio – si trova poco distante da Loggos a sud del paese, è una spiaggia di ciotoli con acqua profonda, ideale per chi vuole fare delle belle nuotate rinfrescanti, nelle vicinanze c’è una taverna.
  • Marmari– è una bellissima baia molto tranquilla che si trova a pochi metri dalla spiaggia di Levrechio, la spiaggia si trova a ridosso di terrazzamenti di splendidi ulivi che fanno da ombrelloni naturali.
  • Kipiadi –  è la più lunga spiaggia dell’isola, il mare trasparente e cristallino con ciottoli, si trova vicino a Loggos con facile accesso dalla strada.
  • Kaki Lagada – si trova sulla costa orientale a circa 1 km a nord di Gaios, spiaggia di ciottoli bianchi con acqua poco profonda amata da coloro che non sanno nuotare o per i bambini, l’acqua è verde smeraldo trasparente.
  • Mongonissi – è l’unica spiaggia sabbiosa di Paxos è una piccola baia nella parte sud dell’isola con un piccolo molo c’è un ristorante e uno snack bar. La baia è ben riparata dai venti e dal mare.
  • Erimitis – si trova sulla costa occidentale dell’isola, vicino alle blue caves, la scogliera bianca e altissima fa da contrastro con il mare limpido azzurro e cristallino, non è attrezzata e per raggiungerla bisogna fare un pezzo di strada sterrata, ci vuole un pò di fatica ma ne vale la pena. Superba al tramonto dove ci sarà il sole che tramonta davanti ai vostri occhi colorando magicamente tutta la costa di giallo intenso, il fondale è profondo. Consigliato portare scarpe comode chiuse, viveri e passare l’intera giornata. Bellissima anche la vista dall’alto delle scogliere.

Antipaxos e le spiagge da sogno

A sud di Corfù e a circa 1,5 km da paxos c’è un isoletta paradisiaca di appena 5 km quadrati Antipaxos, la sorellina di Paxos, spiagge incontaminate da sogno, mare incredibilmente pulito e trasparente, con le sfumature dell’acqua dal verde smeraldo all’azzurro intenso.

Antipaxos è un oasi di rara bellezza, selvaggia e spettacolare non per niente viene paragonata al mar dei Caraibi e si dice che qui ci sia la spiaggia più bella di tutte le isole greche.

Sull’isola di Antipaxos non ci sono abitanti con fissa dimora, le poche casette sparse sono di alcuni abitanti di Paxos che hanno sul posto dei vigneti e frutteti.

L’impressione che si ha quando si raggiunge la costa di Antipaxos è quella di essere sbarcati su un’isola deserta paradisiaca.

Quindi niente auto, l’unico modo per visitare l’isola è per via mare con una barca a noleggio o taxiboat che salpano da Paxos ogni giorno e sbarcano i turisti sulle due spiagge principali Voutoumi e Vrika

vikra beach antipaxos

Vrika beach– spiaggia con sabbia bianca, acqua cristallina e mare calmo, fondali bassi, un vero paradiso, la spiaggia è attrezzata e c’è una taverna, perciò è perfetta anche per famiglie con bambini per trascorrere un’intera giornata da sogno, è più piccola rispetto a Voutoumi beach e anche meno affollata, perfetta anche per fare snorkeling.

Voutoumi beach antipaxos

Voutoumi beach – secondo il parere di molti ma anche il mio, è una spiaggia paradisiaca, è talmente bella che pare un sogno, sabbia fine e bianca a 2 metri dal mare, contornata da ciottoli bianchi, il mare è talmente turchese e trasparente che abbaglia gli occhi, sembra una grandissima piscina tanto è cristallina l’acqua.

Voutoumi beach
Al largo dellla spiaggia di Voutoumi beach ad Antipaxos dove si fermano le imbarcazioni il mare è sempre trasparente e limpido
Voutoumi beach mare cristallino
l’immagine parla da se, il canotto del servizio sicurezza sembra sopseso nell’aria nelle acque limpide e cristalline di Antipaxos

Cosa vedere a Paxos: le grotte azzurre (blue caves)

Da vedere assolutamente le grotte blu sulla costa occidentale di Paxos, alcune sono veramente grandi tanto che ci entrano anche le navi da crociera come la grotta Ypapandi

blue caves isola di paxos

Le grotte più conosciute sono quelle vicino alla spiaggia di Erimitis dove molto spesso le imbarcazioni si fermano per far nuotare i turisti.

grotte blu paxos

Paxos e Antipaxos: un pò di storia

Paxos è sempre stata abitata, per la sua posizione geografica ha subito nel corso dei secoli diverse incursioni e dominazioni nemiche.

Tra i tanti popoli che l’hanno governata c’è stata anche la republica di Venezia, allo stesso modo di Corfù, era il 1386.

Nel 1537 il pirata Barbarossa con le sue armate conquistò Paxos sterminando gli isolani e schiavizzando i supersiti, nel 1571 fu di nuovo sacchegiata dai Turchi.

Nonostante tutto Paxos rimase sempre in mano ai Veneziani fino al 1797, data in cui ci fù la caduta dell’Impero Veneziano, e negli anni successivi dopo l’occupazione francese fu presa dai russi ed inserita nella nuova Repubblica Settinsulare, in seguito  nel periodo di Napoleone, Paxos entrò a far parte degli Stati Uniti delle Isole Ionie sotto la protezione dgli inglesi fino al passaggio al Regno di Grecia nel 1864.

Una cuorisità da sapere è che fino a prima del passaggio di Paxos al regno della Grecia, sull’isola la lingua parlata era l’Italiano poi piano piano venne sostituita dal greco, anche se in molti lo parlano ancora.

Anche la cultura del cibo era influenzata da quella veneziana e infatti sull’isola le ricette tradizionali sono un misto di cucina veneziana e  greca con sapori davvero unici.

Come arrivare a Paxos e Antipaxos

Per arrivare a Paxos bisogna passare per Corfù, se si arriva con il traghetto bisogna prendere un’altro direzione Paxos, se invece si arriva in aereo, si prende un taxi o un bus per il porto e poi traghetto per Paxos, in circa 1 ora si è sull’isola e si scende a Gaios.

Se invece si è già sull’Isola di Corfù e si vuole raggiungere Paxos si può fare anche da Lefkimmi oltre che da Corfù città con esursioni di un giorno.

C’è solo un’altra possibilità, prendere il traghetto da Igoumenitsa se si vuole imarcare anche l’auto o Parga ma solo in estate.

Per raggiungere Antipaxos è la stessa cosa se volete fare una mini crociera di un giorno, se invece alloggiate a Paxos si trovano collegamemti giornalieri con più corse con i taxiboat oppure si affittano le barche.

Dove allogiare a Paxos

E’ difficile trovare un alloggio a Paxos nei tre villaggi principali a breve termine, specialmente in alta stagione, gli alberghi e le case vacanza ci sono ma spesso sono già prenotati di anno in anno.

Per trovare una sistemazione nei villaggi bisogna prenotare con molto anticipo, oppure cercare di affittare le case sparse più lontane dal paese, i prezzi sono un pò più cari rispetto a Corfù non solo di alloggi ma anche per quanto riguarda souvenir e ristoranti comunque meno di Santorini e Mykonos.

altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *