Home » Pane arabo ricetta facile e buonissima

Pane arabo ricetta facile e buonissima

pane arabo ricetta

In questo articolo: come fare il pane arabo, ricetta e spiegazioni per fare un pane fatto in casa, morbido e buonissimo, molto facile da fare.

In passato spesso facevo il pane in casa, mi limitavo però a fare il pane tradizionale pugliese con il grano duro, poi per tanti anni e per vari motivi, ho smesso, in questo periodo di emergenza sanitaria però ho ricominciato, in negozio ci vado molto di rado e il pane fresco è finito una volta che son terminate le scorte nel congelatore.

Ho sperimentato così diversi tipi di pane, anche per accontentare le mie figlie che volevano il pane morbido e fresco, parlandone con mia madre, al telefono ovviamente, mi ha suggerito di fare il pane arabo e mi ha dato una ricetta che aveva trovato su pinterest.

Leggendo la ricetta mi sono accorta che era molto simile alle pucce salentine, eppure son 2 tipi di pane abbastanza diversi come consistenza anche se uguali di forma, la differnza l’ho capita una volta che ho assaggiato questo meraviglioso pane arabo, ecco la ricetta.

Pane arabo: ingredienti e ricetta

pane arabo ricetta facile

Ingredienti per 4 pani da 150/170 gr circa

  • 500 gr di farina di grano duro
  • 300 gr di acqua tiepida
  • 1 cucchiaio raso di sale fino
  • 1 cucchiano colmo di zucchero
  • 20 gr di olio (2 cucchiai)
  • 1 bustina di lievito di birra secco, oppure 1 cubetto fresco o 130 gr lievito madre

Impasto e lievitazione del pane arabo

  1. Sciogliere nell’acqua tiepida il lievito (non il lievito madre che deve essere aggiunto nella farina)
  2. Aggiunere l’olio, il sale, lo zucchero e mescolare.
  3. Versare le farina in una ciotola di vetro o ceramica capiente e aggiungere il liquido.
  4. Mescolare velocemente e formare una palla.
  5. Versate l’impasto sulla spianatoia infarinata e manipolatelo con calma, senza sbattere troppo.
  6. Aggiungere della farina se l’impasto è troppo morbido e appicicoso.
  7. Allargate l’impasto e stendetelo con le mani, poi piegarlo su se stesso in basso e in alto e poi ripiegare anche i lati formando una palla.
  8. Senza forzare troppo amalgare l’impasto in modo che sia liscio ed omogeneo e poi mettere nel contenitore a lievitare coperto da un foglio di pellicola trasparente.
  9. Dopo circa 2 ore (dipende dalla stagione e dal tipo di lievito) l’mpasto sarà raddoppiato, versarlo nuovamente sulla spianatoia infarinata e formare un filone da cui tagliare 4 pezzi mediamente uguali.
  10. Formare una palla con ogni pezzo di impasto poi stenderla con il mattarello in cerchi di circa 12 cm di diametro.

Pane arabo cottura

pane arabo cottura

Lasciare lievitare i pani almeno un’altra ora, accendete il gas mezz’ora prima in modo da essere alla giusta temperatura e ben riscaldato a 220°.

Mettere la teglia in forno nel piano medio, accendete la ventola se il forno è a gas e fate cuocere per circa 15/20 minuti, fino a quando la superficie sarà ben dorata.

pane arabo fatto in casa

Spegnere il forno, lasciare ancora qualche minuto all’interno poi sfornare e mettere il pane arabo su un piano coperto da un canovaccio di cotone pulito e asciutto fino a quando si raffredda completamente.

Come conservare

Il pane arabo è morbido, soffice, buonissimo, perfetto da farcire con qualsiasi ingrediente o da mangiare accompagnando i pasti, rimane morbido e fresco per almeno 3 giorni e se si preferisce si può riscaldare prima di mangiare.

Si può conservare in sacchetti di carta per il pane oppure se ne avete fatto in abbondanza si può congelare così da averlo fresco quando occorre.

Il pane arabo è molto simile alle pucce salentine, la ricetta cambia di poco ma la differenza è nella cottura che li rende diversi e riconoscibili ma questo ve lo spiegherò in altro articolo, la differenza nel gusto invece è che il pane arabo oltre ad essere soffice e fragrante ha la mollica morbidissima e la crosta quasi non si sente maniandolo mentre la puccia salentina è vuota all’interno, senza mollica e la crosta è leggermente croccante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *