ricette, varie

melanzane sott’olio ricetta salentina della nonna

melanzane sott'olio ricetta salentina della nonna

melanzane sott’olio ricetta salentina della nonna a crudo senza cottura, il procedimento è un pò lungo ma il risultato ripaga, buone e croccanti, ottime da gustare su fette di pane e bruschette

le melanzane sott’olio sono molto gustose, ottime come antipasto e stuzzichino, da servire su bruschette e crostini, anche questa ricetta fa parte della cultura salentina tramandata da nonna a mamma e figlia

leggi anche come fare i peperoncini piccanti sott’olio fatti in casa

la preparazione è un pò lunga ma non difficile e serve anche per far macerare a lungo le fettine di melanzane per renderle morbide e croccanti

melanzane sott’olio ricetta salentina della nonna ingredienti

per fare le melanzane sott’olio vanno bene tutte le varietà, l’importante che siano fresche, sane e possibilmente coltivate nell’orto oppure acquistate da contadini o aziende di fiducia a km 0

le melanzane devono essere di media grandezza, se sono troppo grandi si rischia di trovare all’interno troppi semini che di per se non è un problema grave ma danno un sapore un tantino più amarognolo alla conserva

di seguito vi elenco gli ingredienti e l’attrezzatura necessaria per fare le melanzane sott’olio in casa in tutta sicurezza

melanzane sott'olio ricetta salentina

  • 10 melanzane medie fresche che sono circa 3 vasetti medi di 300 gr
  • olio d’oliva extra vergine
  • sale fino
  • aceto di vino bianco
  • acqua naturale
  • foglie di menta fresca lavate e asciugate
  • aglio 2 spicchi circa
  • 3 peperoncini piccanti rossi
  • un contenitore alto di ceramica, vetro o acciaio
  • pelapatate e coltello
  • scolapasta in acciaio
  • vasetti di vetro sterilizzati con tappi in metallo nuovi

melanzane sott’olio ricetta salentina come fare

melanzane sott'olio ricetta salentina

  1. lavare e pulire le melanzane togliere il picciolo
  2. con il pelapatate togliere la buccia su tutte le melanzane
  3. tagliare le melanzane nel senso della lunghezza in fette spesse circa 1 cm
  4. tagliare ogni fetta a listarelle molto sottili, di pochi millimetri, quanto più sottili riuscite a tagliarle meglio è
  5. inserite le melanzane nel contenitore alto, fate degli strati di melanzane alternati a strati di sale fino, senza esagerare
  6. inserire nel contenitore un piatto piano che possa coprire quasi completamente il diametro del contenitore
  7. mettete sul piatto un peso, che non sia in plastica, per tenere schiacciate le fette di melanzane, in poco tempo vedrete che saranno completamente immerse nel loro stesso liquido che avranno spurgato con il sale, assicuratevi che siano tutte immerse e lasciate a macerare fino al giorno dopo allo stesso orario
  8. il giorno dopo scolate il liquido e strizzate molto forte le fette di melanzane, mi raccomando, strizzate molto bene
  9. rimettete le fette di melanzane strizzate nel contenitore vuoto e asciutto, versate acqua e aceto di vino bianco in parti uguali fino a coprire completamente, rimettete il piatto per tenere immerse le melnzane nell’aceto, lasciate a macerare fino al giorno dopo alla stessa ora circa
  10. l’indomani scolate le melanzane e strizzatele con molta forza, poi ponete le fettine su un canovaccio di cotone pulito, fate in modo che siano ben aperte e poi coprite con un altro canovaccio, pressate sul secondo canovaccio con le mani per far asciugare quanto più possibile il liquido, potete anche cambiare il canovaccio bagnato che copre le melanzane con uno asciutto
  11. nel frattempo preparate i vasetti, lavateli molto bene, sterilizzateli e asciugateli, lavate i tappi e asciugateli subito
  12. dopo qualche ora oppure il giorno dopo se ormai è sera, trasferite le melanzane in un recipiente largo sempre di acciaio, vetro o ceramica, condite con olio, menta e fette di aglio, mescolate bene
  13. aggiungete in ogni vasetto 2 cm di olio d’oliva, inserite le melanzane e pressate con un cucchiaio, aggiungete dell’altro olio se necessario e continuate a riempire i vasetti
  14. controllate e assicuratevi che tutte le melanzane siano immerse nell’olio e che non ci siano bolle d’aria
  15. lasciate 2 cm di spazio nel bordo che dovete riempire con 1 cm di olio a coprire completamente le melanzane senza arrivare proprio all’orlo del vasetto altrimenti l’olio tenderà a traboccare
leggi anche  fiori di zucchine ripieni al forno ricetta facile

non chiudete completamente i vasetti con i tappi ma lasciateli solo poggiati fino al giorno dopo poi controllate il livello dell’olio che non sia sceso e se necessario aggiungetene dell’altro poi potete chiudere avviatando bene i tappi, si possono consumare dopo circa 1 mese

le melanzane sott’olio sono molto buone da mangiare su fette di pane casareccio, crostini e bruschette per preparare antipasti e piatti freddi

come conservare le melanzane sott’olio fatte in casa

le melanzane sott’olio fatte in casa si devono conservare in un posto asciutto e al buio lontano da fonti di calore, una volta aperte si conservano al naturale oppure in frigo, io preferisco in frigo sono più tranquilla specialmente quando il vasetto non si consuma nel giro di poco tempo

fate attenzione a tenere sempre le melanzane nel vasetto sotto il livello dell’olio, se necessario aggiungetene altro nuovo

altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *