Il porto di Otranto

Otranto il porto

Il porto di Otranto è stato, ed è ancora oggi, uno scalo importante del bacino Mediterraneo, ricco di storia antica, per le invasioni turche e moderna per gli sbarchi dei clandestini, persone costrette a lasciare la propria terra in cerca di una vita migliore.

Otranto è una stupenda cittadina di mare, ricca di storia antica e moderna, dovuta sopratutto alla posizione costiera nella quale si trova, il porto ha rappresentato uno scalo molto importante per il trasporto di merci provenienti dal bacino Mediterraneo e purtroppo anche per le innumerevoli invasioni di turchi e saraceni che hanno subito gli otrantini nel corso dei secoli.

Il porto di Otranto oggi

porto di otranto di sera

Il porto di Otranto si presenta come un piccolo golfo, caratterizzato dalla presenza del molo di San Nicola a tre bracci con banchine e da numerosi pontili che partono dalla riva.

Otranto è una cittadina che fonda, la propria economia sulla pesca e sul turismo perciò il porto è un continuo viavai di pescherecci, paranze, barche, che creano la tipica atmosfera delle zone marinaresche, inoltre il porto è una rotta di scambi importanti per la produzione industriale.
il porto di otranto

Ma certamente Otranto è una zona turistica molto rinomata e apprezzata, e quindi il porto rappresenta anche un servizio per accogliere le imbarcazioni di visitatori e il punto di partenza per traghetti e scafi.

 porto di otranto panorama

Ma il porto di Otranto ha un aspetto caratteristico che si fonde con il paesaggio artistico delle mura del centro storico e i bastioni del castello Aragonese che si fondono per regalare visuali stupende dall’alto della città antica, di sera le luci regalano un’atmosfera unica che si perdono nella distesa infinita del mare.

Uscendo dal porto in direzione della litoranea per Santa Cesarea a poca distanza si può visitare il laghetto di bauxite, la Torre del serpe e la Baia delle Orte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *