corfù

Il monastero di Paleokastritsa a Corfù

Il monastero di Paleokastritsa a Corfù

Il monastero di Paleokastritsa a Corfù è un luogo pittoresco, rilassante, mistico e spirituale da visitare assolutamente, sopri come arrivare e cosa vedere.

Situato sul punto più alto della piccola montagna a strapiombo sul mare, il  monastero di Paleokastritsa a Corfù domina dall’alto l’intera baia offrendo al visitatore un panorama mozzafiato sulle baie e spiagge di Paleokastritsa

Monastero di Panagia Paleokastritsa: storia

Il monastero di Panagia Paleokastritsa è stato fondato nel 1225 ed è dedicato alla Vergine Maria, ha subito nel corso dei secoli molte incursioni nemiche e quindi molte modifiche.

Il nome Paleokastritsa significa vecchio castello, infatti il monastero sorge sui resti delle mura di un antico castello.

Nel 1403 fu distrutto dai Genovesi e fu ricostruito nel 1469, nel 1537 fu colpito e distrutto dai Turchi, nel 1572 è stato ricostruito in stile ottomano così come lo vediamo ora con numerose inserzioni di stili come l’ngresso nord che risale al 1722.

La nuova costruzione ha stanze con architetture semplici in stile monastico, all’interno c’è un piccolo museo bizantino di vecchie Icone Sacre, antichi libri e manoscritti e oggetti sacri.

Monastero di Paleokastritsa: come arrivare

Il Monastero di Panagia si trova a 25 km da Corfù città, è percorribile in circa 40 minuti, arrivati a Paleokastrista si prosegue in direzione della baie fino a giungere davanti alla spiaggia di Agios Spiridon Beach, la più famosa, si arriva semplicemente seguendo la strada principale.

Subito dopo la spiaggia, costeggiando i negozietti di souvenir e andando sempre dritto c’è una salita con un semaforo a senso unico, con il verde si sale su una strada stretta e molto ripida in salita.

Dopo qualche tornante si arriva su un grande spiazzo per parcheggiare l’auto, da li si prosegue a piedi, in questo punto c’è un panorama spettacolare che lascia senza fiato, si apre sulla baie sottostanti.

Visita al monastero di Panagia

Dopo aver percorso l’ultimo tratto di strada in salita si arriva davanti l’ingresso del monastero, è una grande porta con in alto un mosaico della Vergine Maria.

monastero di Paleokastritsa

In questa foto vediamo uno dei tanti corridoi pittoreschi coperti del monastero, l’atmosfera è molto suggestiva e rilassante, odori e profumi di erbe aromatiche e fiori invadono tutto l’ambiente.

Superati alcuni di questi corridoi si arriva in bellissimo giardino con tantissimi fiori e piante aromatiche e tanti gatti che dormono indisturbati in ogni angolo del monastero.

pozzo in mosaico monastero di paleokastritsa

Questo pozzo decorato a mosaico si trova in una parte del giardino, è veramente molto bello.

campanile chiesa monastero di paleokastritsa

Questo è il campanile di una chiesetta ortodossa che si intravede tra piante grandissime di bouganville.

chiesa monastero di Paleokastritsa

Anche se piccola la chiesetta è molto decorata, bellissimo il soffitto in legno dipinto.

museo di icone e libri antichi monastero di Paleokastritsa

Nel piccolo museo allestito in 2 grandi stanze si possono ammirare vecchi libri e manoscritti, Icone religiose antiche, paramenti e oggetti Sacri, resti di giganteschi mammiferi marini come le balene ritrovati sulla spiaggia, conchiglie giganti e stupende anfore antiche.

antico frantoio nel monastero di Paleokastritsa

Qui nella foto un vecchia macina a pietra e poi ancora resti delle precedenti costruzioni del monastero.

produzione di olio nel monastero di paleokastrista

In altre stanze è possibile acquistare souvenir e prodotti artigianali fatti nel monastero; vino, olio e marmellate, erbe aromatiche di ogni genere.

Cosa vedere fuori dal monastero

Appena fuori dal monastero sulla sinistra c’è un vecchio cannone puntato sul mare, c’è una terrazza panoramica a strapiombo sul mare azzurro, turchese e trasparente.

panorama dal monastero di paleokastritsa

In questa foto si vedono dei piccoli isolotti sparsi nel mare cristallino. Salendo ancora di qualche decina di metri si arriva nell’unico bar del posto, da qui si può accedere ad una passerella che conduce sulla montagna fino alla punta estrema in cui è posizionata una croce.

panorama dal monastero di Paleokastritsa

Questo panorama stupendo lo si può ammirare passeggiando sul sentiero verso destra, la scogliera è impressionante e mozzafiato, nascosta all’interno c’è la spiaggia di Ampelaki Beach l’ultima delle baie che si trova subito dopo il parcheggio di fronte alla spiaggia principale di Agios Spiridon Beach che poi è quella che si vede nella foto sotto.

Paleokastritsa veduta dal monastero

Questo invece è il panorama bellissimo che si vede dal piazzale del parcheggio prima del monastero.

A sinistra dell’ingresso principale del monastero di paleocastritsa ci sono dei bagni publici e un grande parco con tanti animali; asinelli, galline, capre e pavoni.

Anche la discesa dal monastero è entusiasmante e spettacolare, mentre ammirate il panorama della baia a destra ad un certo punto vi troverete con l’altra baia a sinistra, non saprete dove guardare prima.

Consigli utili per la visita al monastero

Per le donne è proibito entrare nel monastero con pantaloncini, gonne corte, pantaloni lunghi e canotte, insomma niente gambe e braccia scoperte e assurdo, nemmeno pantaloni lunghi.

Se vi trovate in queste situazioni però non c’è nessun problema, all’ingresso del monastero c’è sempre qualcuno che vi darà in prestito gonne lunghe arricciate e scialli di cotone.

Il mio consiglio è di portare una maglietta a maniche corte e un pareo da mare da annodare tipo vestito sulla spalla oppure annodare a gonna.

altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *