giardino

dimorfoteca coltivazione e cure della margherita africana

margherite dimorfoteca coltivazione e cure

dimorfoteca coltivazione e cure per una ricca fioritura ed una eplosione di colori che dura dalla primavera all’inizio dell’autunno

la dimorfoteca è una varietà di margherite africane che comprendono 7 specie diverse che provengono dall’Africa meridionale, sono piante erbacee molto rustiche e resistenti annuali o perenni

dimorfoteca coltivazione e cure varietà più note

dimorfoteca pluvialis

è conosciuta con il nome di dimorfoteca annua, ha dei fusti sottili e foglie allungate e dentellate, i fiori sono molto grandi e profumati bianco crema, con la parte centrale color porpora o tendente all’azzurro e il bottone centrale marrone, fiorisce da da fine maggio fino a settembre

coltivare e margherite dimorfoteca in giardino

dimorfoteca aurantica

è una pianta con fusti sottili quasi striscianti non più alta di di 30-40 cm, preferisce il clima più caldo ed è coltivata come annuale, i fiori sono medi di colore arancio chiaro o intenso

come coltivare le margherite dimorfoteca

margherita africana Osteospermum

la dimorfoteca è conosciuta anche con il nome di margherita africana osteospemum che comprende quasi tutte le varietà, i colori sono tanti, viola chiaro, e scuro, giallo intenso e chiaro, rosa violetto, a volte nella stessa pianta nascono degli incredibili fiori stupendi come quelli che vedete in foto

la stessa pianta che ho nel mio giardino un anno ha prodotto i fiori della foto sopra e l’anno dopo i fiori che vedete nella foto sotto

coltivare margherite dimorfoteca in vaso

dimorfoteca esposizione

la margherita africana preferisce le esposizioni al sole, importanti sono le innafiature e potete coltivarla anche al sud in pieno sole, garantisco io che sono più di 10 anni che ho le stesse piante che si rinnovano di anno in anno, alla fine dell’autunno rimangono solo i fusti che poi taglio a zero

nel giro di un mese e con l’inizio della primavera le piante iniziano a vegetare e a riempiersi di foglie, quanto più la potatura è netta, più la crescita è rigogliosa, verso la fine di aprile iniziano a spuntare già i primi fiori per poi aumentare la fioritura senza fermarsi mai fino alla fine dell’autunno successivo

dimorfoteca terriccio e temperatura

il terriccio adatto alla coltivazione delle margherite africane è senza dubbio fertile, ricco di sostanze organiche e ben drenato, perfetto è il terriccio universale per piante da fiore

le margherite dimorfoteca sono coltivate come annuali soltanto perchè temono il freddo, se avete delle piante piccole in vaso e volete conservarle durante la stgione fredda potete rientrare i vasi in posto luminoso e riparato tipo una veranda con grandi vetrate ma non riscaldata artificialmente, una volta arrivata la primavera si possono riportare all’aperto

come coltivare margherite dimorfoteca sul balcone

dimorfoteca coltivazione e cure innaffiature e concimazioni

le innafiature come già detto prima devono essere molto frequenti e abbondanti nel periodo estivo di caldo intenso, mentre in primavera e fine estate possono anche essere meno frequenti

per concimare e dare nutrimento alla pianta è sufficente usare un fertilizzante liquido universale per piante da fiore da usare come indicato sulla confezione

margherite dimorfoteca

riproduzione

le margherite dimorfoteca si possono riprodurre con molta facilità per semina, i semi si possono acquistare oppure se si ha già una pianta basta raccogliere i fiori secchi dopo che avranno perso tutti i petali resterà il bottone centrale pieno di semi

le piantine non amano essere trapiantate, quindi conviene seminare direttamente nel vaso o nell’aiuola e sdradicare le piantine troppo vicine lasciando una distanza di almeno 20-25 cm tra una e l’altra

parassiti e malattie della dimorfoteca

le piante delle margherite africane possono essere attaccate da un fungo invisibile ad occhio nudo che può provocare la muffa grigia in particolari condizioni atmosferiche cioè in caso di pioggie estive abbondanti e caldo umido, non appena si scopre bisogna subito intervenire con prodotti appositi funghicidi

altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *