corfù

Cosa vedere a Corfù in una settimana: diario di viaggio

cosa vedere a corfù in una settimana

Cosa vedere a Corfù in una settimana? con un itinerario ben organizzato puoi visitare le più belle località dell’isola, spiagge incontaminate, città d’arte, storia e musei.

Corfù o Kerkyra, come viene chiamata dai Greci, è un isola che si trova nel mar Ionio al confine tra Grecia e Albania, fa parte delle Isole Ioniche insieme a Paxos, Antipaxos, Cefalonia, Zante, Itaca e LefKas.

La dimensione dell’Intera Isola è di 588 kmq, lunga in linea d’aria quasi 62 km ma le sue meravigliose coste si estendono per circa 217 km, il punto più largo è circa 32 km e il picco più alto è il monte Pantokrator con i suoi 906 metri di altezza.

Sull’Isola di Corfù la natura è paradisiaca, calette di acqua cristallina e trasparente si aprono all’improvviso dopo verdi colline e panorami mozzafiato, i colori del mare quasi sempre piatto, si fondono con la vegetazione dal blu intenso al verde brillante.

Cosa vedere a Corfù in una settimana: le spiagge più belle

come raggiungere la doppia baia a porto timoni
Porto Timoni- la doppia baia

Difficile dire qual’è la spiaggia più bella di Corfù, anche quelle più semplici, sono stupende, l’acqua è cristallina e pulita.

La sabbia a volte dorata, altre volte più scura e poi ci sono le spiagge con i ciotoli bianchi come nella doppia baia di porto timoni, un paradiso che si apre all’improvviso se si è scelto di arrivarci con il percorso a piedi attraverso la collina rocciosa a tratti a picco sul mare.

Di fronte alla doppia baia di Porto Timoni si trova una spiaggia immensa e spettacolare, sembra quasi un lago con acqua blu intenso e piatta come uno specchio, qui ci sono le spiagge di Afionas e Agios Georgios

E che dire delle baie di Paleokastritsa? Uno spettacolo della natura che lascia senza fiato i visitatori quasi increduli di tanta bellezza naturale racchiusa in solo posto.

A Sidari invece, troviamo il Canal d’amour e le sue spiagge di roccia levigata dal vento e dal mare che sembrano scolpite a mano, le spiagge di Sidari sono famose anche per i meravigliosi tramonti che si possono ammirare e fotografare.

E poi ci sono le meravigliose spiagge di sabbia lunghe km e km dove il mare è a 2 passi dalla strada molto comode per famiglie con bambini e non solo come le spiagge di Roda, Acaravi, Cassiope, Kalami, Ipsos, Dassia, Gouvia e tante ancora.

La penisola di Kanoni

Monastero di Vlachérna e Pontikonissi

Kanoni è una stretta penisola che collega una minuscola isola alla terraferma, sull’isolotto è stato costruito in passato un piccolo monastero con annessa chiesetta, il Monastero di Panagia Vlachernas, un luogo molto pittoresco e affascinante, si raggiunge facilmente attraversando un ponticello in muratura, da qui è possibile raggiungere in barca in pochi minuti il secondo isolotto.

A poche miglia di distanza c’è il secondo isolotto dove si trova una piccola chiesa in stile bizantino dedicata a Pantokrator che risale all’undicesimo o dodicesimo secolo,

La seconda isola è immersa nel verde su una piccola collina, oltre alla chiesetta c’è un negozio di souvenir molto carino dove c’è una piccola esposizione di oggetti d’arte realizzati a mano in diversi stili anche con oggetti di recupero realizzati dal proprietario del bazar.

Dalla penisola di Kanoni è possibile raggiungere a piedi Perama, la pittoresca cittadina che sta di fronte attraversando un altro ponte in muratura.

Questo è uno tra i posti più fotografati dell’intera isola, molto suggestivo anche per ammirare l’atterraggio e il decollo degli aerei di linea dall’aereoporto di Corfù che si trova vicinissimo ai 2 isolotti.

Achilleion: il palazzo della principessa Sissi

Palazzo Achilleion Corfù

Chi non ricorda il famoso film della principessa Sissi dove giunge malata e depressa in quel posto incantato che riuscirà a farla guarire con la bellezza della natura e del mare?

Ebbene, il luogo del film era proprio Corfù e Il palazzo Achilleion è la dimora estiva che l’imperatrice Elisabetta d’Austria si fece costruire in quel posto meraviglioso per sfuggire in qualche modo dalle sofferenze che la vita le aveva riservato.

L’Achilleion si trova nel piccolo paesino di Gastouri a pochi km da Corfù città, per raggiungerlo bisogna lasciare la strada principale per salire sulla collina e dopo sentieri tortuosi ricchi di uliveti con alberi altissimi all’improvviso si scorge il palazzo dell’Imperatrice Elisabetta d’Austria costruito alla fine del XIX secolo.

Il palazzo è immenso, sontuoso, ricco di opere d’arte, dipinti giganteschi, statue greche, ornamenti preziosi, sale da ballo grandissime e poi un giardino da favola dedicato all’eroe Achille, dalle terrazze del giardino si apre un panorama mozzafiato fino a scorgere il mare all’orizzonte.

Cosa vedere a Corfù in una settimana: Canal d’Amour

canal d'amour

Il Canal d’Amour è un’insenatura rocciosa stretta e lunga con una piccola spiaggia, il posto è molto suggestivo sopratutto per la caratteristica levigatura delle roccie.

Non solo il Canal d’Amour ma tutta la spiaggia circostante è caratterizata da sontuose coste levigate e scolpite forse dal mare o dal vento.

Sidari è la località dove si trova il Canal d’Amour, un villaggio turistico ricco di ristoranti, bar, negozi di souvenir, alberghi, b&b e casa vacanze.

Cosa vedere a Corfù in una settimana: Corfù città

corfù centro storico

Corfù città è una tappa obbligata per chi va sull’isola, è il punto di partenza di ogni spostamento, infatti, qui c’è il porto dove approdano traghetti e navi da crociera e anche l’aereoporto che è considerato tra i più spettacolari del mondo per atterraggi e decolli di aerei.

Il centro storico di Corfù è un susseguirsi di alti palazzi antichi dove si nota l’influenza dello stile architettonico Veneziano e Inglese.

La piazza più grande della città è la Spianada e si trova davanti alla fortezza antica, una delle 2 città fortificate, dalla Spianada si accede direttamente nel centro antico di Kerkyra, dove ci si immerge in negozietti di ogni genere pittoreschi e colorati.

Nella fortezza antica si trova la Chiesa di San Giorgio costruita dagli Inglesi con un bellissimo colonnato simile ai templi Greci antichi.

Poco lontano dalla Fortezza Antica si trova il Palazzo Reale, l’edificio più grande di Corfù sempre in stile neoclassico costruito dagli inglesi. La pietra arenaria con cui fu costruito l’edificio proviene da Malta.

Kerkyra è diventata Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco dal 2007 come città antica fortificata meglio conservata nel tempo.

Cosa vedere a Corfù in una settimana: Paleokastritsa

Paleokastritsa

Un posto unico e meraviglioso, questo è Paleokastritsa, davanti agli occhi si alternano alte insenature rocciose, piccole spiagge di sabbia e paesini in collina, quando si percorre questo tratto di costa, non si fa in tempo a sgranare gli occhi per tanta meraviglia che già ne appare un’altra ancora più bella!

Infatti sono ben 6 le baie che si sussegono a Paleokastritsa, difficile dire quale sia la più bella, impossibile decidere, inoltre è possibile mangiare in piccoli ristorantini a ridosso del mare con la baia di fronte.

Da non perdere il Monastero di Paleokastritsa della Santissima Madre di Dio . La sua posizione a picco sul mare permette inoltre di godere e ammirare di un panorama spettacolare sulle baie e sulle spiagge di Paleokastritsa

altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *