Home » Come sterilizzare i vasetti di vetro

Come sterilizzare i vasetti di vetro

come sterilizzare i vasetti di vetro

Hai deciso di preparare conserve e marmellate in casa e vuoi sapere come sterilizzare i vasetti di vetro nel modo corretto? Per fare la sterilizzazione ci sono diversi metodi che puoi seguire, tutti sono validi, scegli quello che ti è più pratico da fare

La sterilizzazione dei vasetti è molto importante da fare prima della preparazione delle conserve, marmellate, verdure sott’olio, sott’aceto e sotto sale, questa operazione rende sterili i vasetti di vetro, rimuove possibili funghi e batteri per conservare cibi sani e buoni a lungo termine.

Per evitare possibili contamizioni è necessario sterilizzare anche i tappi, sostituirli sempre con quelli nuovi ogni volta che si riutilizzano i vasetti e sostituire anche le guarnizioni di gomma dove presenti, ed ora vediamo quali sono i tipi sterilizzazione possibili e come si mettono in pratica.

Una premessa importante è di controllare l’integrità dei vasetti prima di iniziare con la sterilizzazione, i vasetti non devono essere scheggiati, non ci devono essere crepe sul vetro e devono essere perfettamente lavati e puliti.

sterilizzare i vasetti per le conserve

Come sterilizzare i vasetti di vetro per le conserve: la bollitura

E’ il metodo più utilizzato e più vecchio, infondo la bollitura si fa anche con i vesetti pieni di salse e pelati, in pentola si fa la sterilizzazione tradizionale.

La pentola deve essere grande e alta, si inseriscono i vasetti e anche i tappi nuovi in modo da essere completamente coperti d’acqua, si possono inserire anche dei canovacci tra uno e l’altro per evitare che urtandosi, si rompano, si lasciano bollire per circa 20/30 minuti poi si spegne il fuoco e si lasciano nell’acqua bollente fino a quando saranno completamente raffreddati poi si tirano fuori e si fanno asciugare capovolti su dei canovacci puliti.

La bollitura si fa anche con i vasetti pieni si fa con le conserve di salsa di pomodoro, sughi, pelati, pezzetti di pomodoro, succhi di frutta, la sterilizzazione dei vasetti pieni è uguale alla precedente tranne che per il tempo di bollitura che deve essere di almeno 45 minuti, una volta spento il gas si lasciano all’interno della pentola a raffreddare completamente.

La sterilizzazione dei vasetti pieni non è necessaria nel caso di conserve come i carciofi sott’olio, le melanzane sott’olio e le marmellate

Sterilizzare i vasetti nel forno

La sanificazione nel forno di casa è molto facile, una volta lavati e asciugati i vasetti di vetro si sitemano vicini ma senza che si tocchino uno con l’altro sulla placca del forno oppure dentro ai tegami se non sono molti.

  1. Accendere il forno a 100° e far raggiungere la temperatura.
  2. Inserire i vasetti per 5/6 minuti.
  3. Spegnere il forno e lasciare raffreddare i vasetti nel suo interno, quando la temperatura inizia a calare infornare anche i tappi.
  4. Estrarre vasetti e tappi dal forno solo quando sono completamente raffreddati.

Come sterilizzare i vasetti di vetro nel microonde

Sterilizzare i vasetti nel forno a microonde è un metodo velocissimo ma attenzione a non inserire anche i tappi, per questo motivo questo metodo è adatto solo a sterilizzare i vasetti che saranno riempiti con conserve bollenti come le marmellate perchè si capovolgono dopo la chiusura e il calore sterilizza i tappi, ecco come sterilizzare nel microonde:

  • Aggiungere in ogni vasetto 2/3 cm d’acqua e sistemare senza tappi all’interno del microonde.
  • Far scaldare per circa 2/3 minuti o fino a quando l’acqua sta bollendo.
  • Togliere i vasetti dal microonde, svuotare l’acqua e mettere capovolti su un canovaccio pulito.

Sterilizzare i vasetti nella lavastoviglie

La sterilizzazione dei vasetti di vetro nella lavastoviglie è molto semplice, si possono inserire anche i coperchi e consiste nel lavare ad alte temperature i vasetti e i coperchi, naturalmente aperti e separati, nell’interno della lavastoviglie non ci deve essere niente altro, si deve fare un lavaggio alla massima temperatura e poi estrarli ancora bollenti e lasciarli asciugare capovolti su canovacci puliti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »