Home » Come essiccare i fiori: guida facile

Come essiccare i fiori: guida facile

come essiccare i fiori

Come essiccare i fiori, guida facile e completa per raccogliere, essiccare, pressare  i fiori e le foglie per fermare il tempo e prolungare la loro bellezza per decorare la tua casa con mazzi di fiori, bouquet, ghirlande e quadri stupendi.

La bellezza e il piacere di avere fiori freschi recisi in casa purtroppo è di breve durata, un bel mazzo di rose immerso nell’acqua di un vaso, durerà al massimo 1 settimana.

Si può sempre optare per decorare casa con i fiori finti, alcuni dei quali fatti veramente bene, oppure comprare i fiori secchi direttamente ma possiamo anche riscoprire il piacere di farlo da soli.

Essiccare i fiori con il fai da te, è una tecnica antichissima molto facile che non passa mai di moda e non solo ci permette di decorare casa a costo zero ma ci aiuta anche a rilassarci, vediamo allora come essiccare i fiori partendo dalla raccolta fino alle decorazioni finali.

Come essiccare i fiori: guida fai da te

fiori secchi come fare

Per essiccare i fiori, ci sono diversi metodi, tutti abbastanza facili ma la cosa più importante per iniziare è la materia prima, Quali sono i fiori adatti ad essere essiccati? Come essiccare le rose? Come essiccare i fiori pressandoli nei libri? ecco una guida facile per sapere come riconoscere fiori, foglie, piante spontanee e coltivate tra le più facili che ci sono nella nostra terra, quando raccoglierli e come seccare.

Quali sono i fiori adatti per essere essiccati

fiori da essiccare

Come già anticipato, la lista dei fiori, foglie, piante e vegetali in genere adatti ad essere essiccati sarebbe lunghissima, se ci pensi un attimo, ti renderai conto che tutti i vegetali potrebbero essere essiccati ma non tutti si mantengono allo stesso modo con le tecniche di essiccazione fai da te.

Per questo, in questa guida troverai solo le specie vegetali più facili da trovare spontanei in campi incolti e boschi e anche le più facili da coltivare e seccare.

Fiori da essiccare

fiori adatti per essere essiccati

  • Acanto
  • Achillea
  • Agapanto
  • Agerato
  • Agrifoglio
  • Alchemilla
  • Aglio selvatico
  • Alisso
  • Anthemis tinctoria (margherite spontanee gialle)
  • Arabis alpina
  • Armeria
  • Astilbe
  • Avena (graminacee spontanee)
  • Betulla
  • Forasacco (graminacee spontanee)
  • Bosso
  • Callistemon
  • Calicanto
  • Cardo
  • Cartamo
  • Cardo dei lanaioli
  • Cresta di gallo (celosia)
  • Fiordaliso (pianta spontanea)
  • Crysanthemus vulgare (tanaceto)
  • Papiro
  • Dalia
  • Speronella
  • Echinopo
  • Erica
  • Eringio (spontanea)
  • Festuca glauca
  • Gonfrena
  • Gipsofolia (nebbiolina)
  • Elicrisio
  • Orzo (graminacee spighe)
  • Luppolo
  • Ortensia
  • Coda di topo (graminacee spontane)
  • Coda di lepre (graminacee spontane)
  • Lavanda
  • Liatride
  • Statice
  • Mais (granoturco)
  • Monete del Papa
  • Mimosa (Acacia dealbata )
  • Miglio
  • Nigella
  • Rosolaccio (Papavero)
  • Penniseto
  • Alchechengi
  • Pitosforo
  • Protea
  • Quercia di palude
  • Rosa
  • Pungitopo
  • Scabiosa
  • Silene
  • Tanaceto
  • Verghe d’oro (solidago)
  • Vischio

Dove trovare i fiori da seccare

fiori secchi raccolta

I fiori si raccolgono nei propri giardini, oppure trovare allo stato naturale nei boschi, lungo i sentieri di colline e montagne, in riva ai fiumi, nei campi incolti.

Fai attenzione però a non raccogliere le specie protette, perchè non si deve fare, rispettiamo la natura e le piante con rischio d’estinzione.

Prima di raccogliere un fiore, informati sulla zona per capire se ci sono divieti e per capire anche se è adatto ad essere essiccato.

Non servono solo i fiori per essere essiccati ma anche steli dalle forme strane, semi di albero come le ghiande, felci e pigne.

Quando e come raccogliere i fiori da essiccare

fiori secchi come raccogliere

La raccolta deve avvenire in giornate dal clima secco, evitate le prime ore del mattino e la sera dopo il tramonto perchè la rugiada mattutina e l’umidità della sera, non sono favoreli.

I fiori grandi che servono per essere essiccati non devono essere completamente sbocciati e aperti, meglio se a bocciolo o appena aperti.

Ci sono dei fiori che essiccano da soli direttamente sulla pianta e devono essere raccolti alla fine dell’estate, prima che inizia l’autunno.

La stagione migliore per raccogliere ed essiccare i fiori è l’estate, a primavera l’aria è troppo umida e i fiori marciscono invece di seccare.

In autunno il discorso è diverso perchè si possono raccogliere le foglie già secche oppure le foglie degli alberi che cadono e che in quel periodo assumono delle stupende colorazioni dal giallo al rosso scuro, arancio e anche marroni sono caratteristiche.

l’inverno è la stagione adatta per reccogliere i rami secchi delle piante striscianti e rampicanti per fare la base di ghirlande naturali come ho spiegato nell’articolo ghirlande fai da te di rami secchi intrecciati e ancora pigne, semi e ghiande, cortecce, muschio, funghi, tronchetti secchi dalla forma particolare, sassi e ciottoli.

Durante la raccolta tieni separati i vegetali pesanti da quelli leggeri per non schiacciarli e rovinarli, porta con te una cesoia, un coltello, un paio di forbici, dei cestini, buste, cartocci, dello spago o corda per legare i rami e tenerli uniti in modo da trasportali failmente.

Come essiccare i fiori e i vegetali

Ci sono diversi modi e metodi per essiccare i fiori vediamo quali sono e come si fa:

1- Essiccare i fiori sospesi all’aria

come essiccare i fiori all'aria

E’ il metodo più naturale e semplice che c’è, questo metodo è perfetto per rose, speronella, alchechengi, le verghe d’oro e altri steli con fiori più o meno grandi, consiste nell’appendere i fiori a testa in giù dallo stelo.

Si consiglia di riunire a piccoli mazzetti i fiori a scalare in modo che non si toccano uno con l’altro, con uno spago e capovolgere a testa in giù in modo che gli steli e li stessi fiori rimangono dritti durante l’essiccazione.

Per fiori molto pesanti, come alcuni boccioli di rose e dalie è preferibile avvolgere un filo di ferro da fioristi, quelli verdi, intorno allo stelo fino al fiore, non c’è bisogno di avvolere in modo troppo stretto, basta fare alcuni giri allargati.

Posizionare i mazzetti o i fiori singoli in una stanza al buio, fresca e ventilata e non umida, assolutamente no nella cucina e nel bagno perchè l’umidità che si forma in questi ambienti fa ammuffire i fiori.

2- Essiccare i fiori in verticale

essiccare i fiori in verticale

Alcuni tipi di fiori e vegetali, come gli steli di lavanda, le ortensie, le mimose, l’erica, la nebbiolina e tutte le graminacee, possono essere essiccati semplicemente inserendoli in un vaso con poca acqua, in questo modo i petali non si accartoccino e i colori rimangono vividi, possono essere tenuti anche in casa in una stanza asciutta, nel giro di pochi giorni saranno perfettamente secchi.

Questo metodo funziona bene anche per i bouquet della sposa, in ogni stelo di fiore del mazzo è inserita una piccola fialetta piena d’acqua, quando finisce i fiori iniziano a seccare e basta inserire il bouquet in un vaso in verticale, ma esistono altre tecniche per conservare un buoquet da sposa perchè bisogna capire quale sia quello giusto in base alla composizione di fiori che ci sono.

3- Essiccare i fiori in una rete

Questo metodo è indicato per i vegetali con fiori molto pesanti, è un metodo di essicazione perfetto per i fiori di carciofi, fiori di cardo, capsule dei semi di loto e pannocchie di granoturco.

La rete deve essere di metallo e avere le maglie abbastanza larghe da poter inserire gli steli dei fiori, abbastanza alta in modo che gli steli possono stare dritti e abbastanza grande per far circolare aria tra un fiore e l’altro.

4- Essiccare i fiori con sostanze disitratanti

Ci sono alcune sostanze naturali e non, che sono in grado di togliere la linfa velocemente dall’interno dei fiori, un essiccante naturale è la sabbia, facile da reperire e anche economica, il detersivo in polvere per il bucato, il metodo con la glicerina, con il gel di silice, con il sale, con la lacca per capelli.

Vai al tutorialCome essiccare i fiori con la sabbia

6- Essiccare i fiori con il forno a microonde

E’ un metodo molto veloce ed efficace per essiccare rapidamente piccole rose e graminacee che si devono sistemare in un contenitore idoneo tipo una pirofila e si fa andare il forno per circa 3 minuti a temperatura media, successivamente si lasciano raffreddare completamente e poi si appendono a testa in giù per 1-2 giorni in una stanza fresca e ventilata.

5- Essiccare i fiori con la pressatura

fiori secchi

L’essiccazione mediante pressatura è un metodo diverso dagli altri descritti, anche lo scopo finale è diverso, non serve per creare mazzi di fiori, bouquet o composizioni floreali tridimensionali ma serve per realizzare decorazioni piatte che serviranno per decorare quadri, biglietti, segnaposto.

A volte basta un semplice libro dove inserire dei fiorellini semplici e tenerlo schiacciato con dei pesi, ma per pressare molti fiori occorre una pressa, che sia fatta a mano oppure acquistata, qui trovi in modo dettagliato tutte le fasi e tutti i passaggi per essiccare i fiori pressati.

Come conservare i fiori secchicome conservare i fiori secchi

Nell’attesa di decidere quello che volete fare, si possono conservare i fiori secchi in scatole di cartone o di legno della grandezza adeguata, non si devono pressare e se si possono fare più strati, meglio inserire tra uno strato e l’altro un foglio di giornale o della carta assorbente.

Per scongiurare muffe e parassiti, è meglio spruzzare un pò di insetticida prima di inserire i fiori nelle scatole, tenere la scatola in un posto asciutto.

Cosa fare con i fiori essicati

Si possono utilizzare i fiori secchi per creare delle composizioni floreali da inserire in vasi semplici oppure in colonne, creare stupende ghirlande floreali, realizzare delle originali e uniche bomboniere, segnaposto, quadri e vassoi, decorare candele e tanto altro ancora

Consiglio

Per proteggere i fiori secchi dalla polvere e farli mantenere più a lungo, si può spruzzare su di essi della lacca per capelli e per togliere la polvere si può utilizzare il phon alla minima velocità e ad aria fredda oppure al minimo di calore se non è disponibile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *