giardino

come coltivare le primule

come coltivare le primule

come coltivare le primule, cure e attenzioni per avere una fioritura incredibile per lungo tempo

le primule appartengono alla famiglia delle Primulaceae che comprende una grande varietà di oltre 500 specie diverse, i fiori più noti e che troviamo sul mercato sono le Primule Vulgaris, la grande maggioranza di queste specie floreale sono piante che amano essere coltivate all’esterno

in natura crescono spontanee nei boschi e in montagna ma c’è qualche varietà che può essere coltivata anche in casa come la Primula Acaulis

come coltivare le primule: terriccio e posizione

come coltivare le primule cura

le primule sono delle piante molto facili da coltivare e se trova la giusta collocazione la sua fioritura può essere abbondante e prolungata fino all’inizio dell’estate ecco come fare

  • le primule amano la luce ma non il sole troppo forte, non sopportano le correnti d’aria molto forti perchè danneggiano i fiori
  • quando i fiori appassiscono bisogna toglierli subito tagliandoli alla base, vale la stessa cosa per le foglie, con questo sistema si svilupperanno molto presto nuovi fiori
  • innaffiare regolarmente, il terreno deve essere sempre umido ma non ci deve essere ristagno d’acqua nel sottovaso, i fiori temono l’acqua, si rovinano
  • rinvasare le piante ogni anno per rinnovare il terriccio e aggiungerne dell’altro, in questo modo le piante di primule possono espandersi
  • il terriccio ideale è ricco di sostanze organiche e mescolato con torba che rende il ph leggermente acido, la pianta non sopporta i terreni troppo compatti

come coltivare le primule facilmente

come coltivare le primule: consigli

ed ora alcuni consigli utili per mantenere belle e fiorite le primule per tanto tempo

  • fai attenzione al troppo caldo e all’aria secca che danneggia i fiori e ingiallisce le foglie, la temperatura all’esterno non deve superare i 16 gradi, meglio spostare la pianta in un luogo fresco e all’ombra
  • fai attenzione a mantenere sempre il terriccio umido, una volta che la foglie iniziano a seccare potrebbe essere troppo tardi
  • fai attenzione a parassiti che potrebbero insediarsi sotto alle foglie, se noti le foglie che si accartocciano e seccano sui bordi potrebbe essere colpa del ragnetto rosso, è bene intervenire con un antiparassitario adatt

altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *