varie

Come coltivare i gigli in vaso e giardino

come coltivare i gigli

Come coltivare i gigli in vaso e giardino, fiori coloratissimi e profumati, terriccio adatto, cure e concimazioni.

Bellissimi e sontuosi, i gigli si piantano a Marzo e fioriscono in tarda primavera e in estate, ne esistono moltissime varietà e i nuovi ibridi sono molto resistenti e facili da coltivare senza cure particolari.

La maggior parte dei gigli sono piante da vaso e giardino che ogni anno si moltiplicano formando gruppi di fiori sempre più grandi.

La caratteristica principale dei gigli è il profumo intenso e gradevole, in giardino all’aria aperta ma molto persistente e quasi fastidioso in casa tanto è forte la fragranza.

Come coltivare i gigli: come e quando piantare

come piantare i gigli

Prima di mettere a dimora i bulbi dei gigli si deve vangare il terreno per arieggiare e renderlo morbido e soffice.

Si apre una buca profonda 50 cm circa e si aggiunge del letame maturo o terriccio di bosco e torba e si rimette a posto la terra.

Ora si aprono delle buche alte 10 cm circa e distanti almeno 5 cm l’una dall’altra, si depositano i bulbi nella buca e si riempie di terra.

Se i bulbi sono già germogliati nella confezione, come nel mio caso, è meglio lasciare fuori i germogli almeno 1 cm.

Il periodo giusto per piantare i gigli è da marzo a a maggio e fioriscono in estate fino ad agosto

Come coltivare i gigli in vaso

come coltivare i gigli in vaso

Meglio usare dei vasi grandi e piantare al massimo 3 bulbi perchè poi si moltiplicano e devono avere lo spazio necessario.

Preferibilmente è bene usare un terriccio per piante da fiore nuovo ed aggiungere del concime organico.

Come moltiplicare i gigli

come coltivare i gigli facilmente

Ci sono molti metodi per moltiplicare i bulbi dei gigli, vediamo quelli più facili.

  • Alcune varietà di gigli hanno i bulbi che si moltiplicano molto velocemente, intorno al bulbo principale si formano dei piccoli bulbini che si possono staccare facilmente tagliandoli delicatamente alla base.

Si estraggono i bulbi quando la vegetazione è ferma, si staccano i piccoli bulbi e si piantano lontano dalla pianta principale.

  • Un altro metodo consiste nello staccare le squame dei bulbi e interrarli in un terriccio di torba da tenere sempre umido, da qui si formaranno i nuovi bulbi.
  • Altre varietà di gigli producono dei piccoli bulbini tra la foglia e il fusto, si staccano in piena fioritura e si interrano a poca profondità nel terreno.

Varità di gigli

gigli varietà

Ecco alcune tra le più note varietà e ibridi di gigli, tutti coloratisimi, alcuni più profumati di altri, tra i tanti ci sono:

  • i gigli di Sant’Antonio, bianchi e profumatissimi
  • gli ibridi asiatici, con bellissimi colori che vanno dal giallo intenso all’arancione.
  • Varietà Star Gazer con petali rosso-rosa orlati di bianco
  • Lilium Auratum con fiori grandi fino a 25-30 cm, di colore panna e giallo puntinato di rosso.
  • La varietà Llilium Speciosum con fiori rosa-bianchi puntinati di rosso, i petali quando sono completamente sbocciati si aprono all’indietro.

altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *