giardino

coltivare le ortensie in vaso e in giardino

coltivare le ortensie in vaso e in giardino

scopri come coltivare le ortensie in vaso e in giardino, quale tipo di piante scegliere in base al tuo tipo di terreno e di esposizione al sole, come curarle e come riprodurle

l’ortensia (hydrangea) è una pianta meravigliosa originaria della Cina e del Giappone, è un arbusto con grandi fiori in diversi colori, coltivare le ortensie in vaso e in giardino non è difficile

coltivare le ortensie in vaso e in giardino: tipo di terreno e posizione

le ortensie soffrono molto se piantate in un terriccio arido e compatto e anche il sole forte diretto, il terreno ideale è soffice e sempre umido, le radici amano stare a contatto con l’acqua quindi ha bisogno di essere innaffiata regolarmete e in modo abbondante

pianta le ortensie al riparo dal sole diretto, meglio se sotto alberi e arbusti più grandi, è una pianta abbastanza resistente se trattata nel modo giusto, un altro consiglio è di mettere a dimora le piante esposta a nord nord-ovest per proteggerla dalle gelate

tutti i colori delle ortensie

il colore dei fiori dell’ortensia cambia in base al ph del terreno, con il ph acido sono blu intenso mentre con il ph calcareo il colore è rosa violetto o rosa fucsia ma non basta il terreno, anche l’acqua deve essere priva di calcare per produrre bellissimi fiori blu

le ortensie in commercio le puoi trovare in diversi colori e anche grandezze di fiori, bianche, rosa pallido, violetto chiaro e viola, rosa intenso e fucsia e anche tendenti al rosso, questo perchè i produttori di ortensie coltivano le giovani piante con un ph specifico che poi difficilmente sarà ritrovato nel vostro giardino

coltivare le ortensie in vaso e in giardino: come potare

coltivare le ortensie

potare le ortensie nei primi anni di vita in modo più drastico per permettere alle giovani piante di irrobustirsi altrimenti i rami diventeranno sempre più fini e delicati e la fioritura sarà molto scarsa, quindi potare i rami a meno della metà della lunghezza stessa, avendo cura di tagliare appena sopra ad ogni gemma

negli anni successivi quando le ortensie saranno più robuste potare le ortensie solo per togliere i rami più deboli oppure per una forma alla pianta e per togliere i fiori secchi dell’anno precedente anche se gli esperti consigliano di non toglierli ma io preferisco avere una fioritura spettacolare

puoi potare le ortensie anche per dare la forma che più ti piace in base allo spazio a disposizione, se hai le ortensie in vaso ti consiglio di potare le piante a metà della lunghezza per mantenerle sempre

leggi anche  come coltivare la lantana in giardino e sul balcone

non potare le ortensie prima della fine di marzo perchè le ultime gelate potrebbero rovinare irrimediabilmente le nuove gemme

coltivare le ortensia in vaso e in giardino: come fare le talee

per fare le talee e produrre nuove piante di ortensie è molto semplice, si taglia un ramo più robusto e si divide in pezzi da circa 20 cm avendo cura di lasciare una o più gemme nuove su ogni pezzo

puoi tenere le talee in acqua per qualche giorno oppure piantare subito in un piccolo vasetto con terriccio morbido mescolato con metà torba, puoi scegliere anche il terriccio a ph acido se le ortensie sono blu

nel giro di poche settimane la pianta inizierà a crescere e molto spesso si ha la fioritura nello stesso anno

in commercio ci sono tantissimi prodotti per intensificare il colore blu delle ortensie e rendere il terreno più acido

come coltivare le ortensie in vaso

come coltivare le ortensie in vaso e sul balcone

per coltivare l’ortensia in vaso valgono le stesse regole per coltivare in giardino

  • usa un vaso abbastanza grande in base alle dimensioni della pianta da cambiare poi quando diventa troppo piccolo, il terreno è sempre consigliato a ph acido come il terriccio di castagno
  • innaffiare con acqua priva di calcare magari conservando l’acqua piovana oppure aggiugendo all’acqua di rubinetto gli appositi prodotti
  • posixionare il vaso all’ombra di un arbusto o albero più grande se il giardino è piccolo o avete un balcone posizionate il vaso dove c’è più ombra e meno sole nelle ore centrali
  • innafiare le piante almeno 2 volte al giorno evitando di bagnare direttamente le foglie e i fiori

periodo giusto per travasare le ortensie

il periodo giusto per travasare le ortensie è in inverno quando la pianta ha perso le foglie e la vegetazione è ferma, estrai la pianta con tutto il terriccio e invasa in una più grande con terriccio per piante acidofile oppure terriccio neutro se hai le ortensie rosa fucsia

perchè le ortensie hanno le foglie accartocciate?

se le foglie sono soltanto accartocciate e non soffrono di altro è solo questione di drenaggio del terreno che deve essere più morbido e le innaffiature molto più frequenti, in alcuni casi anche più volte al giorno nel periodo di caldo intenso

quando fioriscono le ortensie?

le ortensie fioriscono in tarda primavera/inizio estate, tra maggio e giugno, ci sono alcune varietà di fiori che riescono a mantenere per tantissimo tempo, se raccolte in piena fioritura e lasciate appese all’ombra a testa in giù possono essere dei meravigliosi fiori secchi per tutto l’anno

leggi anche  fucsie coltivazione e cure per fiori stupendi

come mai alcune piante di ortensie sono senza fiori?

le ortensie non producono fiori per una potatura sbagliata, troppo drastica, se si tagliano i rami a zero anche se si lasciano le gemme in quell’anno la pianta produrrà solo foglie ma l’anno dopo dei fiori enormi

un’altro caso della mancanza di fioritura dell’ortensia è dovuta al fatto che durante la potatura non si ha avuto l’accortezza di lasciare le gemme nuove, e per ultimo ci sono casi in cui la pianta è talmente nascosta in mezzo ad altre piante e all’ombra completamente che non crescerà molto, sarà debbole e senza fiori

coltivare le ortensie in vaso e in giardino: la mia esperienza

come coltivare le ortensie in vaso

io abito in Salento, qui il terreno è in prevalenza calcareo e il sole d’estate è molto forte, diciamo la verità non è un tipo di ambiente adatto alle ortensie, se ne vedono pochissime e piccole ma a me piacciono molto e i fiori sono una delle passioni che condivido con mio marito

all’inizio non capivo esattamente perchè le ortensie non crescono bene in tutti i terreni  ho sperimentato, come sono solita fare a mie spese, abbiamo acquistato diversi tipi di ortensie in vari colori e trasformato una lunga e stretta aiuola di 10 metri circa in terra acida, acquistando il terriccio di castagno e la torba però c’è da dire che comunque l’aiuola è molto profonda perchè in origine era una una campagna

coltivare le ortensie in vaso e in giardino

il primo anno i risultati sono stati abbastanza buoni, le ortensie sono discretamente cresciute con meravigliosi fiori in ogni colore ma nel punto centrale della giornata si avvizzivano completamente e di questo ero molto dispiaciuta però sono riuscite a resistere, la sera e al mattino ritornavano in perfetta forma forse grazie alle abbondanti innaffiature serali

il secondo anno abbiamo deciso di creare un riparo dal sole diretto alle ortensie ed abbiamo piantato una rosa rampicante alle spalle delle piante

durante la fioritura del secondo anno è successo che i colori sono cambiati l’ortensia bianca era diventata di un rosa/viola bruttino, le ortensie viola lo stesso, quella blu era diventata rosa pallido, in pratica le piante si stavano trasformando in base al terreno e all’acqua che comunque quella abbiamo e di acqua ne occorre tanta per manterle sempre umide

come coltivare le ortensie in vaso e in giardino

ho speso tanti soldi in fertilizzanti adatti ma è stato inutile, i colori diventavano sempre peggiori e in poco tempo le piante delle ortensie sono tutte seccate

leggi anche  come coltivare le rose in giardino

tutte tranne una, quella che vedete in foto, un magnifico esemplare di ortensia molto resistente dai fiori grandi e meravigliosi a volte anche di 30 cm di diametro, si è adattata nel terreno e ha trovato riparo sotto alle rose rampicanti che nel frattempo erano cresciute alla grande

per questo ho fatto moltissime talee di questo tipo di ortensie che abbiamo piantato in ogni punto del giardino dove l’ombra e il terreno ci sembravano più adatti

come coltivare le ortensie facilmente

come vedi nella foto le rose rampicanti a cascata coprivano completamente le piante delle ortensie quando erano più piccole però poi dopo tanti anni ora abbiamo le ortensie nel giardino in pieno sole come vedi nella foto sopra, senza più protezione delle rose

le ortensie sono diventate piante enormi che superano il metro e mezzo d’altezza, si sono adattate perfettamente e riescono a stare bene anche in pieno sole con oltre 40 gradi della scorsa estate

in conclusione non compro nessun altro tipo di ortensia per il mio giardino e sono contenta di essere riuscita a creare una bellissima aiuola di ortensie anche se non posso avere le blu e tutti gli altri colori, pazienza, le guardo e le ammiro in foto

ho fatto delle ricerche e credo di essere riuscita a capire come si chiama il tipo di ortensia che ho nel giardino Hydrangea macrophylla Alpengluhen appartiene alla famiglia delle Hydrangea Macrophylla a cui appartengono un numero infinito di varietà e ogni anno se ne aggiungono di nuove, questa la scheda tecnica

Hydrangea macrophylla Alpengluhen

arbusto deciduo a crescita compatta con grandi foglie verde intenso e fiori straordinari, il ph ideale è di 6,5 per avere il bel colore rosa fucsia intenso mentre in terreni leggermente acidi i fiori possono assumere sfumature di color lavanda e malva, abbastanza tollerante al sole

  • fioritura – primavera/estate
  • posizione – pieno sole/ ombra parziale
  • tipo di terreno – sabbioso/argilloso
  • umidità del terreno – ben drenato
  • altezza – può raggiungere i 2 metri

nota: il colore dei fiori può variare di molto in base al ph del terreno in cui le ortensie sono piantate

in conclusione il mio consiglio è, prima di acquistare le ortensie per il vostro giardino documentatevi sul tipo di terreno che avete e sopratutto fatevi consigliare da persone esperte la varietà migliore per voi

altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *