Cava di bauxite: il laghetto rosso a Otranto

cava di bauxite otranto

La cava di bauxite, il laghetto rosso di Otranto unico nel suo genere, i colori surreali di questa piccola cavità, lo rendono un posto magico e suggestivo.

Situato appena fuori Otranto dalla zona del porto, nelle vicinanze di Baia delle Orte e della Torre del serpe e poco lontano del Faro di Punta Palascia, la Cava di bauxite è un’attrazzione visitata da migliaia di persone, qui gli amanti della fotografia si perdono immersi in quei colori così strani e surreali.

Il laghetto verde smeraldo è immerso in colline di terra rosse che ricordano quele del grand canyon ma siamo in Italia e questi colori sono dovuti alla ex cava di bauxite che ha creato artificialmente il laghetto.

Cava di bauxite ad Otranto: storia

cava di bauxite- otranto

La bauxite è un minerale dal quale si ricava l’alluminio. La cava di Otranto è stata un’importante fonte di estrazzione del materiale in tutti gli anni in cui la miniera è rimasta in attività.

Il giacimento di bauxite ad Otranto fu scoperto nel 1940, poco dopo fu subito iniziata l’estrazione terminando nel 1976 ed è proprio in quegli anni che la cava si trasforma e diventa così come la vediamo oggi, infatti il laghetto verde smeraldo è il residuo del giacimento dell’estrazione mineraria della bauxite.

Quando la cava fu dismessa, grazie alle infiltrazioni d’acqua di una falda acquifera del territorio carsico, si è piano piano formato il laghetto, l’acqua riflette il colore dei residui di bauxite diventando verde smeraldo.

lago rosso otranto

Le colline di terra rossa che circondando il laghetto danno vita allo spettacolo incredibile che cambia anche in base alla stagione, in primavera le colline sono quasi completamente ricoperte da un prato di erba verde mentre in estate le colline diventano completamente rosse e aride e le canne con il resto della vegetazione che fa da contorno al laghetto sono verdi e rigogliose.

A fine estate poi anche la vegetazione intorno al lago cambia, le canne diventano secche come si vedono in foto sopra.

Nel laghetto di bauxite non si può fare il bagno ma scendendo sulla riva intorno alla vegetazione potreste essere fortunati e scorgere le libellule che li, assumono dei colori assurdi, io ne ho viste 2 tra il viola e il rosso, anche gli insetti si mimetizzano con i colori circostanti, davvero incredibi.

Cuorisità

lago di bauxite- otranto (10)

La terra che si trova nella zona intorno alla ex cava di bauxite, per il suo colore rosso intenso, viene utilizzata  per creare i colori che utilizano gli artigiani del luogo per decorare le terrecotte tradizionali.

un rospo al laghetto di bauxite

Il laghetto di bauxite è diventato nel corso del tempo, un ritrovo di tantissime specie animali, qui hanno trovato il loro habit naturale, rane e rospi sono tra questi, oggi ne abbiamo incontrato uno, si è fatto fotografare, naturalmente da lontano, per non disturbarlo.

Come raggiungere il lago di bauxite

la ex cava di bauxite si può raggiungere facilmente dal porto di Otranto uscendo per imboccare la litoranea Otranto-Santa Cesarea Terme o viceversa, qui nella mappa si vede chiaramente il punto esatto dove si trova, ad un certo punto bisogna svoltare a destra o sinistra dipende da quale lato della strada siete, imboccare una stradina sterrata che ad un certo punto si ferma e bisogna parcheggiare per continuare a piedi.

Galleria fotografica del laghetto di bauxite

lago di bauxite- otranto (15)

lago di bauxite- otranto

lago di bauxite- otranto (13)
Lago di bauxite-foto di Simona Giannuzzo

lago di bauxite- otranto (12)

lago di bauxite- otranto (11)

lago di bauxite- otranto (9)

lago di bauxite- otranto (6)

lago di bauxite- otranto (5)

lago di bauxite- otranto (4)

lago di bauxite- otranto (3)

lago di bauxite- otranto (7)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *