carciofi sott’olio ricetta salentina della nonna

carciofi sott'olio ricetta salentina

carciofi sott’olio ricetta salentina fatti in casa sono facili da preparare e sono una veria delizia per quando non si trovano più, fai scorta in questo periodo che i carciofi sono di stagione e si trovano facilmente, da comprare dal contadino di fiducia o dalle aziende agricole che li producono

ti propongo la ricetta salentina della nonna dei carciofi sott’olio che poi è simile a quella di ogni altra regione d’Italia, la differenza sta solo nella quantità di aromi che si usano ma sono tutti buonissimi!

quando ero piccola la mia mamma preparava i carciofi sott’olio ogni anno ed io l’aiutavo perchè volevo imparare, le chiedevo come aveva fatto ad imparare e lei mi rispondeva “mi ha insegnato tua nonna”

carciofi sott’olio ricetta salentina della nonna: occorrente

prepara per tempo dei vasetti di vetro con l’imboccatura larga, lavati e asciugati con relativi tappi di chiusura in metallo nuovi e gli ingredienti per fare i carciofini sott’olio

ingredienti necessari per 2/3 vasetti medi sono 20 carciofi grandi o 30 piccoli, limoni non trattati, foglie di alloro fresco, pepe nero in grani, aglio, menta, prezzemolo, peperoncino piccante secco o secco, 1 litro di aceto bianco, 1 litro di acqua, abbondante olio d’oliva extra vergine

carciofi sott’olio ricetta salentina: procedimento

carciofi sott'olio ricetta

come fare i carciofi sott'olio

  • pulisci i carciofi, alimina le foglie esterne fino a quando le foglie saranno tutte chiare e tenere
  • prepara una ciotola grande e riempila di acqua e succo di limone
  • taglia via la parta della punta lasciando solo il cuore del carciofo
  • se i carciofi sono piccoli taglia il cuore solo in 2 parti oppure lasciali interi e fai un taglio a croce sulla parte del gambo
  • se invece i carciofi sono grossi tagliali in 4 o più pezzi

carciofi sott'olio con aromi

  • a mano a mano che pulisci e tagli i carciofi, versali direttamente nell’acqua acidulata per non farli annerire
  • lasciali a bagno per qualche ora

come sbollentare i carciofi

carciofi sott'olio fatti in casa

  • prepara una pentola capiente e metti a bollire l’acqua con l’aceto, una piccola manciata di sale e le foglie di alloro
  • lascia bollire i carciofi per 5 minuti poi scola e versali su un canovaccio pulito
  • cerca di sistemarli uno accanto all’altro e non uno sull’altro e lasciali svaporare, quado saranno un pò rffreddati coprili con un altro canovaccio e tamponali, lasciali ad asciugare anche tutta la notte, oppure dal mattino alla sera

carciofi sott'olio ricetta salentina della nonna

  • quando sei pronta per invasare i carciofi, devi sterilizzare i vasetti nel metodo che preferisci, nel microonde, nel forno, in una pentola o nella lavastoglie, poi metti i vasetti ad asciugare velocemente su un canovaccio capovolti
  • inserisci nel vasetto asciutto, 3 dita di olio d’oliva extra vergine, fettine di aglio, pepe nero in grani, peperoncino piccante a fette sottili, menta e prezzemolo spezzettato con le mani
  • pressa bene i carciofi e continua a inserire olio se necessario, pressa fino a che i carciofi avranno raggiunto 3/4 cm dal bordo
  • rimetti tutti gli aromi e copri con l’olio fino a quando tutti carciofi saranno ben coperti,questo è molto importante e fondamentale!
  • controlla il vasetto intero dalla parte esterna per controllare se ci siano bolle d’aria e nel caso positivo premi con un cucchiaio i carciofi in superficie, fino a togliere la bolla
  • lascia i vasetti aperti con il tappo non avvitato per una notte, al mattino controlla il livello dell’olio in superficie, se necessario aggiungilo e poi chiudi bene i vasetti, scrivi l’anno di produzione e lasciali in dispensa per 1 mese poi potrai usarli nel modo che preferici

carciofi sott’olio ricetta salentina della nonna: come usarli e conservarli

i carciofi sott’olio sono ottimi come antipasto, contorno, nelle insalate, sulla pizza e per fare il sugo alla pizzaiola, io li gusto anche sul pane a fette pugliese da soli o con un filo di conserva piccante di peperoni salentina

non buttare l’olio che avanza nel vasetto quando hai finito i carciofi, è ottimo per condire l’ insalata di patate e fare sughetti alla pizzaiola veloci e stuzzicanti!

per la conservazione una volta aperti i carciofi è meglio conservarli in frigo, devono essere sempre sommersi nell’olio e consumati comunque entro l’anno di produzione, fai attenzione alla presenza di muffe sospette in caso non stati conservati bene

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *