orto

capperi sotto sale e capperi sotto aceto come conservare

capperi sotto sale e capperi sotto aceto come conservarli

capperi sotto sale e capperi sotto aceto come conservare, come utilizzarli, periodo migliore per raccoglierli

i capperi sono i boccioli dei fiori della pianta del cappero che cresce spontanea in tutto il mediterraneo, erano già conosciuti ed usati fin dagli antichi romani e greci

contengono delle sostanze chimate flavoni che riparano i le pareti dei capillari sanguigni, inoltre sono astringenti, diuretici, digestivi e stimolanti per il fegato ma essendo conservati con il sale chi soffre di ipertensione non deve abusarne

nel salento si conservano sott’aceto anche le foglie tenere della sommità di ogni rametto della pianta del cappero, chiamate in dialetto “chiapparare” si utilizzano nelle insalate di patate e pomodori

meglio i capperi sotto sale o sotto aceto?

capperi sotto sale come conservare

sono buonissimi entrambi, i capperi sotto sale opportunamente dissalati sono ottimi nella preparazione di sughi alla pizzaiola, nelle focacce e pizze e nelle preparazioni cotte in genere

i capperi sotto aceto invece sono ottimi gustati nelle insalate di patate, di pomodori, nelle insalate di pasta e riso e nelle preparazioni crude in genere

capperi sotto sale e capperi sotto aceto: dove e quando raccoglierli

 

a partire dalla fine della primavera fino a tarda estate in tutto il mediteranneo compresa l’Italia, lungo le coste rocciose si trovano le piante di cappero spontanee, crescono tra le roccie anche dove non si vede un filo di terra

il momento migliore per raccogliere i capperi è la mattina molto presto, si raccolgono tutti i capperi piccoli e medi mentre si lasciano quelli troppo grossi, i capperi piccoli sono molto più pregiati e delicati

per evitare di togliere il peduncolo una volta arrivati a casa, essendo un operazione abbastanza noisa, ti consiglio di raccoglierli direttamente senza

come conservare i capperi in salamoia

capperi sotto sale come conservare

ingredienti: capperi, sale fino e sale grosso

in un recipiente di vetro o di ceramica versa uno strato di sale fino, aggiungi i capperi e  ricopri completamente di sale lascindo macerare per 4-5 ore

scuoti il sale in eccesso, asciugali in un canovaccio e poi mescola i capperi con altro sale fino asciutto

sistema i capperi nei vasetti di vetro con tutto il sale e poi ricoprili ancora di sale fino prima di chiudere i vasetti

i capperi sotto sale sono pronti dopo circa un mese quando vi occorono prelevate con un cucchiaio sempre pulito la quantità necessaria e sciacquateli sotto l’acqua corrente per dissalarli

come conservare i capperi sotto aceto

capperi come conservare

ingredienti: capperi, sale, aceto dio vino bianco

in un contenitore di vetro metti i capperi appena raccolti sopra uno strato di sale fino, versa altro sale per ricoprirli  completamente e lasciali a macerare per per 4-5

versa i capperi in un setaccio oppure in uno scolapasta scuoti per togliere il sale in eccesso ma non importa se rimane qualche residuo di sale, sistema i capperi nei vasetti di vetro e riempili con aceto

un vecchio trucco della nonna per insaporire e profumare ancora di più i capperi all’aceto è quello di aggiungere nel vasetto dei capperi sott’aceto un rametto di semi di finocchio selvatico

capperi sotto sale e capperi sotto aceto per quanto si conservano?

i capperi sotto sale e sott’aceto si conservano a lungo se trattati bene, devono essere prelevati nel vasetto solo con con un cucchiaio pulito, e devono essere coperti da sale o aceto

comunque sarebbe meglio consumare i capperi sotto sale e sott’aceto entro l’anno di produzione, a casa mia facciamo scorta di capperi per la quantità che ci serve, poi l’anno successivo ne conserviamo altri

capperi sotto sale e capperi sotto aceto calorie

capperi sotto aceto come usarli

i capperi danno tanto sapore a piatti e pietanze ma quante calorie hanno? pochissime, meno di 25 calorie per 100 gr di prodotto, sono ricchi di vitamine K, C, A, E, antiossidanti e sali minerali, sono costituiti principalmente da acqua e fibre

ma il valore nutrizionale dei capperi viene influenzato dal sale, contengono moltissimo sodio e sono poco indicati per chi deve tenere sotto controllo la pressione arteriosa

capperi sotto sale e capperi sotto aceto botulino

i capperi sotto sale sono i migliori in assoluto per quanto riguarda il rischio di botulino, anche quelli sotto aceto sono abbastanza sicuri sempre rispettando tutte le regole di conservazione dette prima, quelli più a rischio sono i capperi sott’olio ma non è mia abitudine farli

se vuoi stare ancora più tranquilla, fai come me, una volta aperto il vasetto lo conservo in frigo, e poi ricordati che per fortuna se i capperi vanno a male lo capisci subito, dall’odore strano che emanano

altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *