biscotti, ricette

Biscotti da inzuppo salentini: paste e pastarelle

Biscotti da inzuppo salentini

Ricetta dei biscotti da inzuppo salentini paste, pastarelle, pastareddhe, i biscotti per la prima colazione per eccellenza del salento

I biscotti da inzuppo salentini sono dei biscottoni alti e lunghi, qui nel salento si chiamano paste, pastarelle o pastareddhe in dialetto.

Sono dei biscotti da inzuppare nel latte fatti con l’ammoniaca, croccanti e friabili che piacciono a tutta la famiglia.

In passato le nostre nonne che non avevano il forno in casa, andavano ai forni del paese con la propria farina e tutti gli altri ingredienti a fare le paste.

Questa usanza è stata mantenuta fino a pochi decenni fa, io mi ricordo da bambina quando camminavo per le strade del paese un profumo intenso e inebriante.

Biscotti da inzuppo salentini: ricetta con l’ammoniaca

Oggi i biscotti da inzuppo salentini si trovano in ogni supermercato, panficio e in tutte le pasticcerie del salento.

A casa mia come mi ha insegnato la mamma, le pastarelle le preparo sempre in casa, e nel corso degli anni ho anche sperimentato molte varianti.

Oggi ti propongo la ricetta tradizionale, con lo strutto e ammoniaca con cui si preparano biscottoni alti e friabili.

Biscotti da inzuppo salentini: ingredienti

  • 500 gr di farina 00
  • 100 gr di strutto
  • 125 gr di zucchero
  • 10 gr di ammoniaca
  • 4 uova medie
  • 100 gr di latte

Preparazione dei biscottoni

paste pastarelle biscottoni salentini

  1. In una ciotola capiente di vetro o acciaio versa la farina, lo strutto, lo zucchero, 3 delle 4 uova e l’ammoniaca sciolta nel latte tiepido.
  2. Impasta per amalgamare il composto poi versalo sul piano di lavoro infarinato e continua a impasta fino a quando sarà liscio ed omogeneo.
  3. Tira una sfoglia alta 1 cm e taglia con la taglierina a rotella dei rettangoli lunghi 10-12 cm e larghi 3-4 cm.
  4. Disponi i biscotti ben distanziati su una teglia imburrata e infarinata e poi spennali con l’uovo sbattuto e a piacere anche una spolverata di zucchero.
  5. Cuoci i biscottoni salentini per circa 30 minuti o fino a quando saranno ben dorati e croccanti.

Varianti della ricetta dei biscotti da inzuppo salentini

Come già detto prima le varianti dei biscottoni sono tante, nel corso degli anni ho voluto modificare la ricetta originale ecco alcune ricette

Biscotti da inzuppo salentini con il burro e il lievito

biscotti da inzuppo salentini con burro e lievito

Questa è la versione dei biscottoni pastarelle salentini senza strutto e ammoniaca, sostituiti dalla stessa quantità di burro e da una bustina di lievito per dolci al posto dell’ammoniaca.

Puoi vedere la differenza tra quelli con lo strutto e ammoniaca e questi con burro e lievito per dolci, i primi sono altissimi e anche se grandi pesano poco perchè soffici e friabili.

I secondi invece non lievitano molto, massimo 1,5-2 cm, sono croccanti e più compatti, inzuppati nel latte, mantengono la croccantezza.

Biscotti da inzuppo salentini al cacao

biscotti da inzuppo salentini al cacao

Variante golosa dei biscottoni pastarelle salentini al cacao, nell’impasto si aggiunge 50 gr di cacao in polvere amaro.

Prova anche i biscotti di pasta frolla al cacao

Biscotti da inzuppo salentini con scaglie di cioccolato

biscotti da inzuppo salentini con scaglie di cioccolato

Aggiungere nell’impasto 100 gr di scaglie di cioccolato fondente

Puoi provare a fare anche i biscotti con scaglie di cioccolato fondente

Biscotti da inzuppo salentini senza lattosio

biscotti da inzuppo salentini senza lattosio

Per chi è intollerante al latte può fare questa ricetta delle paste salentine senza latte, qui ho sostituito il latte con acqua e lo strutto o burro con l’olio d’oliva.

I biscottoni senza lattosio sono meno friabili, più compatti e croccanti della ricetta tradizionale ma sempre buonissimi.

Biscotti da inzuppo salentini integrali senza zucchero

biscotti da inzuppo salentini integrali senza zucchero

I biscotti da inzuppo salentini integrali sono fatti con la farina di grano duro macinata a pietra, olio al posto del burro e sciroppo d’agave al posto dello zucchero.

La Farina è sostituita a metà dalla farina integrale di grano duro macinata a pietra, il burro o lo strutto è sostituito da 100 gr di olio d’oliva e lo zucchero da 70 gr di sciroppo d’agave.

Il sapore dei biscottoni integrali salentini è completamente diverso dai biscotti tradizionali ma per chi non può mangiare molto zucchero o grassi sono ideali.

Come conservare i biscotti da inzuppo salentini

I biscotti si conservano a lungo, anche più di un mese se sono ben croccanti e poco umidi, io li conservo in sacchetti alimentari e poi li chiudo con i legacci in filo di metallo.

Altre ricette facili di biscotti fatti in casa

Tozzetti al cacao e mandorle

Cantucci e tozzetti con mandorle e nocciole

Biscotti della salute salentini

Ricetta biscotti della nonna

altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *