Home » Agrifoglio-come coltivare e curare il pungitopo

Agrifoglio-come coltivare e curare il pungitopo

Come coltivare l'agrifoglioIn questo articolo scopri come coltivare l’Agrifoglio, o Pungitopo, varietà, come prendersene cura e le caratteristiche principali.

L’Agrifoglio o pungitopo è un bellissimo albero conosciuto per le sue foglie e bacche decorative utilizzate fresche e anche essiccate insieme ad altri fiori secchi, è uno dei simboli più amati e utilizzati nel periodo natalizio come la stella di natale, pianta di buon auspicio.

E’ una pianta molto rustica e resistente, facile da coltivare sia in giardino che in vaso, non teme il freddo e nemmeno il caldo, perfetto anche per essere utilizzata come siepe.

L‘Agrifoglio il cui nome botanico è Ilex aquifolium, è una pianta con portamento a cespuglio o albero, appartiene alla famiglia delle Aquifoliacee, è conosciuto anche con il nome di Pungitopo e si contano numerose varietà differenti per colore del fogliame e per la grandezza delle bacche.

Agrifoglio: caratteristiche

agrifoglio caratteristiche

Il pungitopo può essere coltivato con portamento cespuglioso o ad albero, allo stato spontaneo, nel suo habitat naturale, può raggiugere un’altezza di circa 10 metri.

L’Agrifoglio ha la caratteristica di avere esemplari che producono i capolini fioriti maschili e altri femminili, in questi casi per avere le bacche rosse, bisognerebbe avere entrambe le varietà vicine ma ne  esistono altre che hanno entrambi i fiori, da tenere presente al momento dell’acquisto e di accertarsi dal vivaista della varietà che vi andrà a proporre.

Le foglie del pungitopo sono sempreverdi e resistenti, il colore varia in base alla varietà, la Golden Queen ad esempio, ha le caratteristiche foglie bicolore variegate di giallo e le bacche rosso vivo, la varietà Atlas invece ha le foglie di colore verde scuro e le bacche rosso scuro.
I fiori dell’Agrifoglio sono dei piccoli capolini color crema e fioriscono in primavera mentre le bacche impollinate raggiungono la piena matrazione a partire dall’autunno e per tutto l’inverno.

Come coltivare l’Agrifoglio in piena terra

agrifoglio come coltivare

L’Agrifoglio essendo una pianta molto rustica e resistente può essere coltivato facilmente in ogni tipo di clima, si adatta bene sia al caldo e alla siccità e sia al freddo resistendo benissimo anche a gelate e nevicate.

Non ha bisogno di essere innaffiata se non all’inizio della messa a dimora e per il primo periodo di crescita, non ha bisogno di cure particolari ne di concimi se non di migliorare il terreno con l’aggiunta di fertilizzante naturale.

Coltivare in vaso

agrifoglio o pungitopo coltivare in vaso

E’ possibile coltivare l’Agrifoglio in vaso di adeguate dimensioni per avere una pianta ornamentale, meglio se posizionata in un luogo riparato.

Ogni anno poi è bene sostituire il vaso con uno più grande fino a quando la pianta non raggiuge una dimensione adeguata, per il rinvaso va benissimo un terriccio universale.

Il pungitopo in vaso, a differenza di quello coltivato in piena tera, ha bisogno di essere innaffiato regolarmente nella stagione calda e sporadicamente nel resto dell’anno, evitando sempre i ristagni d’acqua per evitare il marciume radicale.

Come potare l’Agrifoglio

agrifoglio come potare

La potatura deve essere effetuata a seconda delle vostre esigenze di spazio, posizione e gusto personale e deve essere impostata già dai primi anni di vegetazione, scegliendo il portamento ad albero o a cespuglio, deve essere effetuata a primavera o in autunno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *