Home » La Cattedrale di Otranto

La Cattedrale di Otranto

cattedrale di otranto

La Cattedrale di Otranto di Santa Maria Annunziata è una tra le più belle chiese di tutto il Salento, per lo stile architettonico e per il mosaico pavimentale integro.

Situata nel centro storico di Otranto, in piazza Basilica, la Cattedrale di Santa Maria Annunziata, fu fondata nel XII secolo  e consacrata nel 1088 sotto il papato di Urbano II, si trova nel punto più alto del piccolo borgo antico ed è la più grande di tutto il Salento.

Fu costruita sui resti di altri luoghi di culto di epoca messapica, romana e paleocristiana, ha subito numerosi attacchi, è stata più volte distrutta e ricostruita, la facciata esterna è di struttura lineare, con i lati a spiovente, al centro un grande rosone rinascimentale a 16 raggi che fu rifatto subito dopo la liberazione della Città dal dominio del popolo turco durato quasi 1 anno dal 1480 al 1481.

particolare cattedrale otranto

Successivamente, furono aggiunte 2 colonne per lato con sopra 2 angeli e al centro lo stemma dell’arcivescovo Gabriel Adarzo de Santander.

Anche se la cattedrale è stata rimaneggiata diverse volte, è rimasta sempre fedele al progetto iniziale, in stile Romanico-Pugliese, pulita, lineare e con diverse contaminazioni di altri stili, dal barocco al paleocristiano e al bizantino.

La Cattedrale ha una piana a croce latina lunga 53 m e larga 25, la navata principale è divisa da quelle laterali da 14 imponenti colonne di marmo con capitelli tutti differenti.

La cappella dei Santi Martiri di Otranto

otranto- ingresso santuario martiri

Nell’abside di destra si trova la Cappella dei Martiri di Otranto, qui furono costruite 7 grandi teche per conservare i resti dei Santi Martiri di Otranto.

cappella santi martiri di otranto

I resti delle pareti affrescate

affresco cattedrale di otranto

Le pareti laterali un tempo erano completamente affrescate come la Basilica di Santa Caterina a Galatina, dopo l’invasione turca del 1480 restano solo un affresco di una Madonna con Bambino e di Sant’Antonio Abate.

Il tetto decorato

cattedrale di otranto- soffitto decorato in legno

Il tetto ha il soffitto coperto da cassettoni in legno dorato voluto dall’Arcivescovo Francesco Maria De Aste. insieme al trionfale arco barocco ed alle sette teche di marmo dove sono custoditi i resti dei Santi Martiri di Otranto.

Il mosaico pavimentale della Cattedrale di Otranto

mosaico cattedrale otranto

Il pavimento è ricoperto da uno stupendo mosaico di oltre 600 mq realizzato tra il 1163 e il 1165 dal monaco Pantaleone con piccole tessere di pietra del posto di svariati colori e molto resistenti.

particolare mosaico otranto

E’ l’unico mosaico a pavimentazione di epoca normanna rimasto integro in Italia e rappresenta l’albero della vita, è stato commissionato dall’arcivescovo di Otranto Gionata e le sue intenzioni erano quelle di raffigurare con le immagini quello che i suoi confratelli insegnavano e studiavano nel suo monastero, il monaco Pantaleone era un presbitero greco appartenente al Monastero di San Nicola di Casole.

Cattedrale di Otranto: la cripta

cripta cattedrale di otranto- colonnato

Nel sotterraneo della Cattedrale di Otranto c’e una cripta che si raggiunge sia dall’esterno, sul lato esterno, salendo una scalinata oppure dall’interno, scendendo una una scalinata.

La particolarità della cripta sta nelle innumerevoli colonne di marmo provenienti da ogni parte del mondo, una diversa dall’altra, per motivi e stile, queste colonne sono a supporto del peso della Cattedrale, una leggenda narra che nessuno riesce a contare il numero esatto delle colonne e che ad ogni nuovo conteggio si avrà sempre un numero diverso.

La torre del campanile

campanile cattedrale di otranto

Uscendo dal portone che si affaccia sulla strada si ha di fronte il la torre campanaria che è staccata dalla cattedrale.

La cattedrale è stata dichiarata Monumento Nazionale nel 1870 e Basilica Minore il 12 luglio del 1945.

Una visita consapevole alla Cattedrale fa uscire diversi da come si entra, la Cappella dei Santi Martiri e la grande pietra su cui fu commesso il martirio, rimarrà impressa nella mente per sempre.

Orari di apertura della cattedrale di Otranto 7.00-12.00/15.00-19.00

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »