Home » Cosa vedere a Castro in una giornata

Cosa vedere a Castro in una giornata

castro marina porto

In questa guida scopri cosa vedere a Castro, nel salento, in una giornata, piccolo borgo marinaresco con scogliere mozzafiato e mare cristallino.

Cosa vedere a Castro in un giorno

Se avete deciso di trascorrere le vostre vacanze estive nel Salento, fate una tappa a Castro, un piccolo borgo incastonato tra il mare cristallino e la collina ricca di vegetazione, un posto unico in cui storia, miti e leggende, paesaggi mozzafiato a picco sul mare e antiche tradizioni marinaresche, si fondono in un’atmosfera unica e avvolgente.

Castro si affaccia sul mar Adriatico ed è vicina a molte altre località turistiche, si trova a soli 19 km da Otranto, 29 km da Santa Maria di Leuca, 48 km da Gallipoli e 47 km da Lecce.

Qui trovate le attività principali da fare e le cose da vedere a Castro, scegliete in anticipo un percorso turistico in modo da ottimizzare la giornata e viverla intensamente.

Castro alta e Castro marina

panorama di castro dall'alto

Il borgo di Castro nel salento, si divide in 2, la parte alta e la marina, ma non sono divisi, anzi, il paese è unico, ben collegato anche da innumerevoli scalinate che in pochissimo tempo permettono di arrivare alla marina senza prendere l’auto, Castro alta invee è posizionata su una collina e da quasi ogni angolo del paese si può ammirare una vista panoramica mozzafiato.

Il castello e le mura

castro alta castello

Dalla piazzetta principale del borgo in alto, si può arrivare al castello e alle antiche mura. il Castello, risale alla metà del Cinquecento e fu costruito sulle rovine di uno ancora più antico di età bizantina o normanna, imponente e grandissimo, di forma rettangolare a difesa del regno contro i Turchi che l’anno distrutto più volte e altrettante è stato ricostruito, nel castello potete visitare il museo archeologico di castro “Antonio Lazzari”

scavi archeologici castro

Negli ultimi anni infatti, dagli scavi intorno alla collina che si affaccia sul mare, sono stati rinvenuti innumerevoli reperti archeologici del Santuario di Atena.

La chiesa dell’Annunziata

Nella parte superiore del paese si trova anche la Cattedrale, fu costruita nel 1171 sui resti di un antico tempio greco, la base è a croce latina con un’unica navata, alle pareti ci sono antiche tele che rappresentano i Santi protettori del paese.

Cosa vedere a Castro: le spiagge

castro panorama porto vecchio

Se amate il nuoto, un tuffo nel mare cristallino di Castro è d’obbligo, la discesa al porto offre uno spazio su 2 versanti molto ampio e comodo non naturale, per sostare e stendersi al sole, la spiaggia non è attrezzata e l’ingresso è libero.

Si deve lasciare l’auto nei tanti parcheggi quasi tutti a pagamento che trovate prima della discesa al porto oppure lungo la strada di accesso verso la piazzetta principale da cui si scende al porto, altrimenti si può trovare lungo la via che conduce alla litoranea e ancora salendo verso la collinetta.

Una volta parcheggiata l’auto, la discesa al porto è molto comoda, si scende tramite una scalinata separata dalla strada dove transitano macchine o altri mezzi autorizzati, nel porto potete trovare anche 2 rifornitissimi bar per tutte le esigenze, oltre al porto ci sono tantissini altre discese al mare lungo tutta la litoranea, attrezzate e non, ma sempre con scogli.

Escursioni alle grotte di Castro

Dal porto si possono fare le escursioni alle grotte, con visite guidate e imbarcazioni di ogni tipo, Castro Marina, è posizionata in uno dei punti panoramici più belli di tutto l’Adriatico con alte coste frastagliate che racchiudono nel loro interno innumerevoli grotte.

Grotta Zinzulusa

ingresso grotta zinzulusa

La grotta Zinzulusa, situata in un punto paesaggistico di rara bellezza, abitata in tempi remoti da uomini preistorici, l’ingresso è scenografico, caratterizzata da innumerevoli formazioni carsiche simili a zinzuli ( in dialetto salentino significa stracci) da cui prende il nome.

All’interno un percorso di oltre 150 cm caratterizato da una moltitudine di stalattiti e stalagmiti, fino ad arrivare in punto dove non si può proseguire perchè non può essere illuminato, li vive ancora una specie animale piccolissima preistorica.

La grotta Romanelli

grotta romanelli a castro marina

 Altro rifugio degli uomini preistorici, del Paleolitico, per l’esattezza, la grotta è chiusa per preservare importanti scoperte e tracce preistoriche come strumenti di pietra, ossei e incisioni.

Altre grotte costiere

scogliera castro marina

Lungo il percorso dell’escursione si possono ammirare altre grotte dai colori meravigliosi, dove l’acqua è di un blu trasparente impressionante, la grotta Palombara e la grotta Azzurra.

Cosa fare a Castro: Immersioni

Il mare lungo la costa di Castro, è a tratti di un azzurro intenso e a tratti verde brillante, i fondali sono chiari e limpidi, perfetti per gli amanti delle immersioni per ammirare le varie specie di pesci presenti in questa zona.

Cucina e tradizioni

Per finire in bellezza la giornata trascorsa a Castro, non si può non fermarsi a mangiare il pesce fresco, direttamente in riva al mare, ci sono tantissimi ristoranti e locali, tutti con cucina tipica e tradizionale a base di pesce, e anche delle friggitorie sia da asporto che da gustare in loco.

Miti e leggende

La leggenda della grotta Zinzulusa

Un’antica leggenda narra di ricco e odioso barone di Castro che costrinse moglie e figlia vivevere in miseria nonostante le sue ricchezze.

La figlia in particolare era costretta a vestirsi di stracci ma un giorno arrivò una fata buona che le strappò di dosso gli stracci con cui era coperta e li lanciò violentemente in aria e finiro appesi alle pareti esterne della grotta.

Gli stracci divennero parte integrante della grotta e da li il nome stracci-zinzuli in dialetto salentino “grotta Zinzulusa”

Il barone cattivo, per punizione, fu fatto sprofondare nella grotta dove arrivò direttamente nell’inferno, e dal quel momento un laghetto si formò nella grotta, la leggenda narra che l’acqua del laghetto provenga direttamente dalle porte degli inferi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »